Pubblicato il 09/11/20

PROCLAMI DISATTESI Per quanto possibile, quest'anno la Mercedes ha esteso ancora di più il suo dominio. Finora la W11 si è assicurata tutte le pole position e ha vinto in 11 dei 13 gran premi disputati. Gli altri due sono andati a Pierre Gasly e Max Verstappen. Un bottino sicuramente deludente per l'olandese, dopo che durante l'inverno la Red Bull aveva lanciato grandi proclami sulle possibilità di vittoria del mondiale da parte del suo talento. Invece, il 23enne si è ritrovato praticamente sempre a inseguire da vicino Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, riuscendo solo raramente a impensierirli.

NESSUNA FRUSTRAZIONE Di questo 2020 passato all'inseguimento, Verstappen ne ha parlato in un'intervista rilasciata al sito ufficiale della F1: ''Non sono frustrato per questo. Ho molto rispetto per quello che hanno ottenuto. Non sono frustrato per Lewis su una Mercedes. Ad essere onesti, il 90% del gruppo potrebbe vincere con quella macchina. Niente contro Lewis, è un grande pilota, ma la macchina è così dominante. Forse gli altri non sarebbero così dominanti come Lewis, ma accetti la situazione in cui ti trovi e cerchi solo di trarne il meglio. Non sono frustrato, sono più concentrato su cosa possiamo fare per provare a batterli''.

GP Eifel 2020, Nurburgring: Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull)

INCOGNITA AFFIDABILITA' Le emozioni in gara per Verstappen mancano anche nella battaglia per il terzo posto, con la concorrenza che difficilmente riesce a impensierirlo. Le uniche incognite vengono così dai problemi di affidabilità, un po' troppo soventi quest'anno: ''Sì, sono nel bel mezzo del nulla in questo campionato. Da parte mia, non ho mai pensato di essere in battaglia per il campionato. Finirò terzo, se non continuo a ritirarmi. Dobbiamo solo capire perché abbiamo questi problemi, perché avere quattro ritiri non è buono. Dobbiamo solo cercare di far meglio''.

I PUNTI DEBOLI Tornando al confronto con la Mercedes, sono due gli aspetti su cui Verstappen ritiene che la Red Bull debba migliorare: ''Prima di tutto siamo sempre troppo lenti all'inizio della stagione, quindi dobbiamo assicurarci di avere una monoposto che vada subito forte e che sia molto più competitiva. In termini di operazioni siamo invece bravi: abbiamo dei pit-stop davvero buoni e siamo bravi nella strategia. Non credo che ci siano molte cose che vanno storte lì. Oltre a ciò, chiaramente quest'anno è mancata la potenza. Ci sono un bel po' di cose su cui dobbiamo lavorare per essere in grado di combattere con la Mercedes''.


TAGS: mercedes f1 verstappen