Pubblicato il 26/11/20

CIFRE SEGRETE Come ogni anno, la pubblicazione di settore Business Book GP ha stilato la classifica degli stipendi dei piloti di F1. BBGP monitora le finanze e gli accordi commeciali del Circus e pubblica una stima abbastanza precisa delle buste paga, dato che le cifre esatte non vengono mai rivelate dai team. Ancora una volta, e non sorprende, al primo posto troviamo il campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Nota importante: anche le stelle della F1 hanno dovuto fare i conti con le ripercussioni economiche della pandemia di coronavirus, accettando delle riduzioni di stipendio stimabili tra il 10 e il 15%, ma non sono state prese in considerazione in queste stime.

ALTISSIME VETTE...L Come detto, il Paperon de' Paperoni è Hamilton, che quest'anno incassa dalla Mercedes qualcosa come 47 milioni di euro, bonus esclusi. Una cifra astronomica che lo issa nettamente al primo posto e che l'anno prossimo potrebbe essere ritoccata verso l'alto con il nuovo contratto che il britannico deve ancora firmare con la scuderia campione del mondo. Alla sue spalle, con la ragguardevole cifra di 35 milioni di euro, troviamo Sebastian Vettel. Il tedesco gode dello stipendio strappato dall'ultimo rinnovo contrattuale con la Ferrari, firmato prima dell'arrivo e dell'esplosione di Charles Leclerc. Il monegasco prende quasi quattro volte meno di lui, nonostante un rendimento quest'anno decisamente superiore. La sostituzione a partire dal 2021 del quattro volte campione del mondo con Carlos Sainz farà sicuramente sorridere i bilanci del Cavallino Rampante: lo spagnolo quest'anno incassa un decimo rispetto al tedesco.

Lewis Hamilton, Daniel Ricciardo e Sebastian Vettel, i tre piloti più pagati del circus

IL CASO RICCIARDO Sul podio troviamo anche Daniel Ricciardo, l'unico pilota di cui si conosce la reale cifra incassata. Questo a causa del caso legale che ha coinvolto il pilota della Renault e il suo ex manager e che ha portato all'involontaria divulgazione dello stipendio del 31enne di Perth. Anche nel suo caso, dai 20 milioni di euro della sua busta paga vanno detratti i soldi della riduzione Covid, di cui non si conosce l'ammontare. L'australiano ha comunque ripagato il suo team riportando, per ben due volte, la Renault sul podio dopo un'astinenza di oltre 11 anni. Al quarto posto troviamo l'ultimo pilota a strappare uno stipendio di due cifre: si tratta di Max Verstappen, che a soli 23 anni incassa dalla Red Bull qualcosa come 16 milioni di euro.

I MENO PAGATI In fondo alla classifica, sono invece quattro i piloti che non raggiungono il milione di euro: Daniil Kvyat, George Russell e Nicholas Latifi con 750.000 euro e, ultimo, Antonio Giovinazzi con 500.000 euro. Stipendi assolutamente invidiabili, ma anche notevolmente più piccoli di quelli dei grandi campioni, per ragazzi che comunque rischiano altrettanto la vita ogni weekend di gara. Differenze che hanno portato a polemiche e riflessioni sottolineate in particolare da Romain Grosjean, tanto che i team hanno discusso l'introduzione di un salary cap a partire dal 2023.

CLASSIFICA STIPENDI PILOTI F1 2020

Pos Pilota Team Stipendio (milioni €)
1 Lewis Hamilton Mercedes 47
2 Sebastian Vettel Ferrari 35
3 Daniel Ricciardo Renault 20
4 Max Verstappen Red Bull 16
5 Valtteri Bottas Mercedes 9
6 Charles Leclerc Ferrari 9
7 Kimi Raikkonen Alfa Romeo 6
8 Carlos Sainz McLaren 4,5
9 Sergio Perez Racing Point 4
10 Esteban Ocon Renault 4
11 Romain Grosjean Haas 2
12 Kevin Magnussen Haas 2
13 Alex Albon Red Bull 2
14 Lando Norris McLaren 1,5
15 Lance Stroll Racing Point 1,5
16 Pierre Gasly AlphaTauri 1
17 Daniil Kvyat AlphaTauri 0,75
18 George Russell Williams 0,75
19 Nicholas Latifi Williams 0,75
20 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 0,5

TAGS: f1 Hamilton stipendi