DOPPIA SFIDA Come dichiarato già nello scorso mese di dicembre, l'amministratore delegato della Ferrari Louis Camilleri ha confermato che la scuderia di Maranello potrà contrare quest'anno su un budget extra per affrontare la doppia sfida rappresentata dall'inseguimento dei titoli mondiali 2020 e lo sviluppo della monoposto 2021, completamente rivoluzionata dai nuovi regolamenti che entreranno in vigore tra 12 mesi.

OSTACOLO BUDGET CAP Durante la consueta conference call con gli azionisti Ferrari sui conti del 2019, Camilleri ha spiegato: “Le nuove norme tecniche che entreranno in vigore nel 2021 comporteranno lo sviluppo di un’auto molto diversa, che richiederà ulteriori risorse e spese già quest’anno”. Come previsto già al momento dell'introduzione del budget cap, le grandi squadre raggireranno il tetto di spese aumentando gli investimenti nel corso del 2020, rendendo di fatto nulla - almeno per il primo anno - la nuova regola che dovrebbe limitare le differenze con le scuderie medio-piccole.

F1 Test Barcellona 2019, Ferrari, pannelli paravento

OBIETTIVO VITTORIA Parlando della stagione alle porte, Camilleri ha aggiunto: “Quest’anno sarà piuttosto critico per la Formula 1. La nostra ambizione rimane come sempre quella di cercare di vincere e quindi continueremo a investire nelle nostre infrastrutture, risorse e tecnologie, mentre andiamo avanti a sviluppare la vettura 2020 man mano che la stagione procede”. La Ferrari insegue i titoli iridati che le sfuggono ormai dal 2007, per quanto riguarda il Piloti, e dal 2008, per quanto riguarda il Costruttori.


TAGS: ferrari f1 Camilleri budget