Ralf Schumacher vorrebbe per Mick un compagno migliore di Mazepin
Formula 1

Ralf Schumacher attacca ancora Mazepin: "Non deve per forza guidare in F1"


Avatar di Luca Manacorda , il 20/12/21

7 mesi fa - Nuova critica dal tedesco nei confronti del pilota russo

Nuova critica dal tedesco nei confronti del pilota russo, invitato a farsi da parte

TENSIONI TRA DEBUTTANTI Il primo anno di convivenza tra Nikita Mazepin e Mick Schumacher all'interno del box Haas è trascorso non senza problemi, con scontri in pista e tensioni che hanno coinvolto anche i rispettivi clan. Sicuramente non l'ideale per il team americano e per Gunther Steiner, che immaginava di vivere una stagione avara di soddisfazioni ma sperava quantomeno di aver meno problemi rispetto al passato nella gestione dei suoi piloti. Così non è stato e neppure la fine del campionato sembra aver calmato le acque.

F1 GP Italia 2021, Monza: il contatto tra Nikita Mazepin e Mick Schumacher (Haas) F1 GP Italia 2021, Monza: il contatto tra Nikita Mazepin e Mick Schumacher (Haas)

RALF INVITA A FARSI DA PARTE A gettare nuova benzina sul fuoco è stato Ralf Schumacher, zio di Mick e opinionista per Sky Sport Germania. L'ex pilota della Williams ha attaccato ancora una volta duramente Mazepin: ''Mazepin è stato sicuramente un buon pilota in F2, ma quest'anno si è sviluppato nella direzione sbagliata e dovrebbe effettivamente fare qualcosa di diverso. Non deve necessariamente guidare una F1''.

VEDI ANCHE



BENEFICI PER MICK Secondo zio Ralf, da un compagno di squadra più competitivo di Mazepin ne trarrebbe beneficio anche Mick, nettamente più veloce del russo nel corso di questa stagione: ''Ha bisogno di qualcuno che possa aiutarlo. Qualcuno che possa lavorare con lui per far progredire la squadra, in modo che Mick non sia solo in una causa persa''.

F1, GP Olanda 2021: la battaglia tra Mazepin e Schumacher F1, GP Olanda 2021: la battaglia tra Mazepin e Schumacher

SPERANZE PER IL 2022 Difficilmente il desiderio di Ralf verrà esaudito, considerando gli importanti introiti economici che il padre di Mazepin garantisce alla Haas. Guardando al 2022, Schumacher si augura che il nipote possa avere tra le mani una monoposto in grado di poter lottare per la zona punti: ''Dipenderà da ciò che la Haas gli metterà a disposizione. A quel punto starà a lui metterlo in atto''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 20/12/2021
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox