Pubblicato il 10/07/20

TRE BIG PER UN SEDILE Una volta preso atto del passaggio di Daniel Ricciardo alla McLaren nella prossima stagione, i vertici della Renault si sono mossi per ingaggiare un nome di alto profilo. La scelta è poi ricaduta sul cavallo di ritorno Fernando Alonso, ma prima dell'ingaggio dello spagnolo erano stati sondati altri due grandi protagonisti dell'attuale F1. A svelare i retroscena delle trattative è stato Alain Prost, ex grande pilota che ora svolge il ruolo di consigliere per la scuderia della casa francese.

VETTEL POCO CHIARO Intervistato da Radio Monte Carlo, Prost ha spiegato: ''C'erano tre grandi campioni: Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Valtteri Bottas. Per Sebastian, era un po' meno chiaro, nel secondo che la sua motivazione non era del tutto chiara''. Proprio il tedesco nella giornata di giovedì aveva spiegato di avere intrattenuto alcune discussioni con membri del team Renault di sua conoscenza, ma senza mai andare oltre. Una versione confermata anche dal boss del team Renault, Cyril Abiteboul.

F1 2020: Daniel Ricciardo (Renault) e Sebastian Vettel (Ferrari)

BOTTAS IMPOSSIBILE L'unico dei tre candidati che non ha mai vinto un titolo mondiale è però il pilota che attualmente dispone della miglior monoposto del Circus: ''Per Valtteri è stato difficile, perché ha la macchina migliore - ha aggiunto Prost - Volevamo qualcuno che non fosse un sostituto, ma che fosse pienamente motivato per il nostro progetto''. La perseveranza del finlandese gli ha portato bene, visto che nei giorni scorsi i vertici della Mercedes hanno ribadito di volerlo rinnovare anche per la prossima stagione. La Renault, invece ha riaccolto a braccia aperte Alonso, pronto a tornare più motivato che mai dopo due anni lontano dalla F1.


TAGS: renault vettel alonso f1 Prost