Pochissimi contagi da Covid-19 tra il pubblico di Zandvoort
F1 2021

Buona notizia: pochissimi casi di Covid-19 tra i 200.000 spettatori di Zandvoort


Avatar di Luca Manacorda , il 18/09/21

3 settimane fa - Le misure di prevenzione hanno funzionato nonostante gli assembramenti

Le misure di prevenzione attuate al GP Olanda hanno funzionato nonostante gli assembramenti

DIFFERENZE NOTEVOLI La cornice di pubblico degli ultimi due gran premi di F1 è stata molto diversa. A Zandvoort, dove erano in vendita 70mila dei 105mila posti solitamente disponibili, il colpo d'occhio è stato impressionante per tutte e tre le giornate. A Monza, dove solo nell'ultimo mese è stata aperta la vendita per il 50% dei posti disponibili, larghi vuoti hanno caratterizzato l'atmosfera nel corso di tutto il weekend. Quanto accaduto al GP Olanda, però, potrebbe garantire per l'edizione 2022 del GP Italia una prevendita più tradizionale, con il ritorno dei biglietti anche per il prato.

F1, GP Italia 2021: pubblico sulle tribune di Monza F1, GP Italia 2021: pubblico sulle tribune di Monza

VEDI ANCHE



MISURE PROMOSSE A Zandvoort, per accedere alle tribune bisognava essere vaccinati, guariti da una precedente infezione da coronavirus o mostrare un certificato di test negativo da ripetere ogni 24. In pratica, condizioni quasi del tutto analoghe a quelle del green pass di cui tanto si parla in queste settimane in Italia. Ebbene, il GP Olanda ha dimostrato che proprio queste prevenzioni possono permettere il ritorno del pubblico in grandi numeri agli eventi, sportivi e non solo. Finora, infatti, tra gli oltre 200.000 spettatori presenti nel corso del weekend al circuito, si sono registrati solo 91 infettati con il Covid-19. Una percentuale dello 0,045%. A riportarlo è il GDD Kennemerland che si occupa della salute pubblica in Olanda.

ALTRI DATI Il pubblico di Zandvoort era composto per due terzi da spettatori immuni grazie a vaccinazione o a precedente infezione. Il totale dei casi è probabilmente maggiore a quanto riportato finora, in quanto le persone asintomatiche raramente si sottopongono a test. A queste va aggiunto chi si scopre la propria positività tramite un test autonomo, ma tiene nascosta la sua situazione. Inoltre, quando siamo a quasi settimane dall'evento, è possibile che il numero di contagi ufficiale aumenti ancora nei prossimi giorni. Casi nascosti che però non vanno a rovinare il successo dell'evento dal punto di vista della prevenzione. A fine mese, il GGD Kennemerland fornità un'analisi più approfondita.


Pubblicato da Luca Manacorda, 18/09/2021
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox