Pubblicato il 11/05/21

RICHIESTA IN MONDOVISIONE Durante la rincorsa di Lewis Hamilton nei confronti di Max Verstappen, dopo il secondo pit-stop del pilota della Mercedes risultato poi determinante per l'esito del GP Spagna, la regia televisiva gestita dalla FOM ha mandato in onda un messaggio radio di Toto Wolff indirizzato alla direzione gara e in particolare a Michael Masi. Il boss austriaco invocava a gran voce le bandiere blu per avvisare Nikita Mazepin, un pilota che spesso rappresenta un'incognita in fase di doppiaggio, di lasciar passare il campione del mondo in carica senza fargli perdere secondi preziosi: ''Michael, bandiere blu! Bandiere blu! Michael, questo ragazzo ci sta facendo perdere la posizione''.

IL PERCHE' DEL MESSAGGIO IN ONDA La trasmissione di quel messaggio ha sorpreso i telespettatori e creato qualche polemica tra Mercedes e Haas. Il team principal della scuderia americana, Gunther Steiner, ha accusato Wolff di ''voler mostrare chi comanda'' e di ''essere in cerca di pubblicità''. Ma perché abbiamo sentito quella comunicazione? A spiegarlo è stato lo stesso Masi, il quale ha rivelato che si tratta di una novità legata a un maggior accesso alle comunicazioni tra muretti box e stanza di controllo della gara: ''Una delle innovazioni su cui la FIA ha collaborato con la F1 - e in realtà è stata decisa dopo una riunione della F1 Commission dello scorso anno - è stata che si potessero sentire, come parte della trasmissione, anche le comunicazioni tra la direzione gara e i team. È una parte normale di ciò che facciamo operativamente''.

Il direttore di gara della F1, Michael Masi

PRIMO WEEKEND La sfortuna di Wolff è stata che proprio il GP Spagna è stato il primo in cui è stata resa operativa questa novità: ''Sabato è stata la prima volta che si è fatto e la F1, attraverso la loro trasmissione, ha fatto alcune prove per vedere com'era - ha aggiunto Masi - Tutte le squadre sono state avvisate e questo weekend è stato la prima volta che è andato in onda dal vivo''. Tuttavia, il direttore di gara ha voluto sminuire il peso delle parole di Wolff: ''Ad essere onesti, sento molto raramente Toto alla radio di controllo della gara''.


TAGS: radio f1 wolff SpanishGP 2021