Pubblicato il 06/07/21

SEVERITA' ECCESSIVA Le sanzioni inflitte dagli steward nel corso del GP Austria per le difese ritenute troppo aggressive da parte di Lando Norris e Sergio Perez continuano a far discutere. Le spiegazioni fornite dal direttore di gara Michael Masi non sembrano sufficienti a spegnere le critiche, soprattutto da parte di ex piloti che ritengono troppo sacrificato lo spirito di competizione.

GIUDIZI VARIABILI Tra questi c'è Juan Pablo Montoya, il quale non ha nascosto di non riuscire a comprendere le decisioni prese dagli steward e ritiene che il metro di giudizio sia variato solo per via della presenza della ghiaia all'esterno della pista: ''Voglio dire, è da penalizzare perché c'è la ghiaia? - ha dichiarato a Motorsport TvSe c'è una via di fuga in asfalto allora non è da penalità? Se qualcuno spinge un altro pilota su un salsicciotto e fuori dalla pista, perché non c'è una penalità e perché invece in curva 4 in Austria c'è la penalità? Perché era finito nella ghiaia? Qualcuno con cui sei fianco a fianco e che ti spinge fuori pista dovrebbe ricevere una penalità? Non lo so, credo che sia assurdo. Secondo me, se fossi la persona che decide, direi che se eri all'esterno non hai motivo di stare lì, questo è quello che ti insegnano ai tempi del karting''.

F1, GP Austria 2021: un momento del duello tra Perez e Leclerc

MAI DALL'ESTERNO Il colombiano ritiene dunque che venire accompagnati fuori pista sia da mettere in conto se si prova una manovra di sorpasso all'esterno, così come fatto da Perez su Norris a inizio gara e da Charles Leclerc sullo stesso Perez più avanti nel gran premio: ''Tutti questi ragazzi sono cresciuti sentendosi dire che se qualcuno cerca di sorpassarti dall'esterno allora lo devi accompagnare fuori dalla fottuta pista! Allora cosa si aspettano? Perché si arrabbiano se finiscono fuori? Il miglior esempio è Perez. E' finito sull'erba perché era all'esterno, poi le cose si sono invertite e lui era il pilota all'interno e ha spinto fuori il pilota (Leclerc, ndr) all'esterno''. Riguardo gli episodi citati, c'è da sottolineare come Perez si sia scusato con Leclerc, ammettendo di aver esagerato, mentre Norris continua a non comprendere i motivi della penalità nei suoi confronti.


TAGS: norris f1 gp austria perez leclerc Montoya