Mercedes F1, grinta Wolff: "Al lavoro finché non saremo in lotta"
F1 2022

Mercedes, la grinta di Wolff: "Al lavoro senza sosta finché non torneremo a lottare"


Avatar di Salvo Sardina , il 28/03/22

1 mese fa - Il team principal della Mercedes non tira i remi in barca nonostante l'avvio di stagione da incubo

Il team principal della Mercedes non vuole saperne di tirare i remi in barca, nonostante l'incubo del GP Arabia Saudita concluso al decimo posto con il "capitano" Lewis Hamilton

È un Toto Wolff combattivo, quello che si è presentato ai microfoni dei colleghi presenti sul circuito di Jeddah al termine del GP Arabia Saudita F1. Il team principal della Mercedes si è trovato a dover commentare un risultato impensabile quattro mesi fa, con le due W13 in quinta e decima posizione dopo il drammatico sabato che ha visto Lewis Hamilton addirittura escluso in Q1. “Negli ultimi otto anni – ha spiegato il manager austriaco – siamo stati nel bel mezzo di queste battaglie al vertice della F1 e, parlando da investitore, devo dire che beneficiamo tutti dello spettacolare show visto in pista”.

F1 GP Arabia Saudita 2022, Jeddah: George Russell (Mercedes AMG F1) F1 GP Arabia Saudita 2022, Jeddah: George Russell (Mercedes AMG F1)

TOTO NON MOLLA Uno spettacolare show che però vede la Mercedes come semplice spettatrice non pagante. Un ottimo motivo per il team di Brackley per continuare a lavorare a testa bassa per migliorare la monoposto: “È estremamente doloroso non poter essere parte di questa bagarre. E, tra l’altro, a causa di un deficit in termini di tempi sul giro piuttosto importante. Ma noi non avremo pace finché non saremo in grado di lottare. Al momento non ci stiamo affatto divertendo, dobbiamo fare un esercizio di umiltà che ci renderà più forti, anche se adesso non abbiamo motivi per sorridere”.

VEDI ANCHE



F1 GP Arabia Saudita 2022, Jeddah: Lewis Hamilton e George Russell (Mercedes AMG F1) F1 GP Arabia Saudita 2022, Jeddah: Lewis Hamilton e George Russell (Mercedes AMG F1)

I LATI POSITIVI Non tutto è comunque da buttare, specialmente per la gara di Hamilton in rimonta dal fondo anche grazie a un discreto ritmo gara con gomme dure piuttosto usurate: “Dobbiamo pensare anche agli aspetti incoraggianti come lo stint di Lewis con le Pirelli Hard, che è stato molto positivo. Non direi veloce, ma comunque è stato positivo. La strategia? Ovviamente Alonso ha rallentato e Ricciardo ha rotto il motore all’ingresso della pit-lane. Avevamo chiesto a Hamilton di rientrare, ma c’erano le doppie bandiere gialle, due auto ferme ed è stata una situazione piuttosto confusionaria. Ha dovuto rallentare e poi è uscito dai box dietro a Magnussen, dunque a quel punto la gara era finita”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 28/03/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox