Pubblicato il 05/09/20

DOMINIO INFINITO Nel 2019, la Mercedes ha completato per la sesta volta consecutiva la doppietta di titoli iridati, vincendo sia il Mondiale Costruttori sia il Mondiale Piloti. L'ennesimo risultato straordinario di un ciclo che per ora rimane imbattibile nell'era delle power-unit turbo ibride. Ma quanto è costato questo sforzo alla società madre Daimler? Molto meno di quello che si potrebbe pensare.

SUCCESSI A BUON PREZZO Grazie a maggiori entrare e profitti, l'esborso è stato infatti inferiore ai 30 milioni di sterline, meno di 34 milioni di euro. Il team Mercedes AMG F1 ha appena pubblicato il rendiconto economico della passata stagione, il quale riporta un aumento delle entrate di sponsorizzazione e marketing rispetto al 2018 da 338,4 a 363,3 milioni. L'utile al netto delle imposte è aumentato da 2 a 14,7 milioni di sterline. In aumento anche le spese, ma questo a causa di investimenti nella divisione Applied Science che si sta occupando anche del progetto legato alla partecipazione alla Americas Cup.

Formula 1 Team Mercedes 2019, Lewis Hamilton, Valtteri Bottas, Toto Wolff

POCHI SOLDI, MA BEN SPESI Mercedes-Benz AG ha elargito 44,4 milioni di sterline al team nel 2019, ma 16 sono poi stati restituiti, riducendo il costo netto a 28,4 milioni di sterline. Un investimento contenuto che, però, ha contribuito in maniera importante alla crescita del valore del marchio Mercedes-Benz. Il rapporto finanziario sottolinea come il team abbia goduto del 23,86% della copertura televisiva, generando un valore cumulativo equivalente a 5,4 miliardi di dollari per tutti gli sponsor.

RESTARE CONVIENE Recentemente, si è parlato a più riprese del possibile addio della Mercedes alla F1. Gli ultimi malumori riguardano la recente firma del nuovo Patto della Concordia, per il quale la scuderia non ha nascosto il proprio malcontento. Lamentele che però sembrano più di facciata che altro, dato che il boss del team, Toto Wolff, sta portando la squadra verso la sua ambizione finale: renderla completamente neutrale rispetto ai costi per la società madre Daimler. Un traguardo che sarà una formalità con l'introduzione del budget cap previsto a partire dal prossimo anno. Come dimostrano i numeri, la F1 ha avuto un enorme valore per la Mercedes e, con simili risultati finanziari, continuare a competere nella categoria ha più senso che ritirarsi. Per questo, è difficile pensare che la Daimler rinunci al proprio sostegno economico (molto contenuto, come abbiamo visto), anche dopo un 2020 reso difficile dalla pandemia di coronavirus: ''Nonostante il noto impatto finanziario negativo del montepremi in denaro del 2020 determinato dall'effetto della pandemia sul calendario della F1, la società è in grado di mantenere la redditività e di adempiere a tutti gli obblighi finanziari'', conclude il report.


TAGS: mercedes f1 wolff