Pubblicato il 26/05/20

SITUAZIONE DIFFICILE Nel Regno Unito la crisi finanziaria generata dal Covid-19 si sta facendo sentire a livelli paragonabili a quelli dell'Italia e di altri paesi del mondo fortemente colpiti dalla Pandemia. A oggi sono 265 mila i contagiati d'oltremanica e ben 37 mila i morti, numeri che ricalcano quelli italiani (230 mila e quasi 33 mila vittime) soprattutto se messi in proporzione alla popolazione dei due paesi (67 e 60 milioni di abitanti, in sostanza 3,9 infetti ogni 1000 inglesi e 3,8 ogni 1000 italiani). In questo scenario la casa automobilistica McLaren ha deciso di tagliare circa il 30% della sua forza lavoro, una decisione che avrà conseguenze anche sul reparto Formula 1, dove è prevista una riduzione d'organico di circa 70 persone.

Test invernali F1 2020, Barcellona, Zak Brown, team principal McLaren

TAGLI IMPORTANTI Per l'azienda di Woking lavorano circa 4.000 persone, 700 delle quali sono concentrate sul progetto Formula 1. Il taglio complessivo dell'organico dovrebbe aggirarsi sulle 1.200 unità, un 30% del totale, ma il reparto corse sarebbe affetto in proporzione minore, perdendo circa il 10% del personale, e dunque una settantina di lavoratori. Il governo britannico ha respinto la richiesta di un prestito di 150 milioni di Sterline effettuata dalla McLaren che si trova così costretta a tagliare una parte consistente del personale per sopravvivere. 

BUDGET CAP La McLaren è il primo team di Formula 1 a percorrere questa strada, e il CEO Zak Brown spinge a tal proposito verso una revisione del budget cap dai 145 milioni di dollari sui quali è stato raggiunto l'accordo con i team, fino ai 100 milioni ideali. Nel comunicato della casa britannica si legge: ''A causa dell'impatto della pandemia di Covid-19 [...] McLaren Group ha aviato un programma di ristrutturazione al fine di garantire il successo futuro e a lungo termine. Previa consultazione con i dipendenti, si prevede che la ristrutturazione proposta comporterà circa 1.200 licenziamenti''.

F1 GP Abu Dhabi 2019, Yas Marina: Carlos Sainz (McLaren)

TAGLIARE PER CRESCERE  Il presidente del cruppo, Paul Walsh, ha dichiarato a Sky Sports riguardo alla Formula 1: ''È senza dubbio un momento difficile per la nostra azienda, in particolare per i nostri dipendenti, ma prevediamo di emergere come un modello di business efficiente e sostenibile con un percorso chiaro per tornare presto a crescere. La McLaren Racing è stata una sostenitrice dell'introduzione nel 2021 del nuovo budget cap [...] e sebbene ciò avrà un impatto significativo sulla forma e sulle dimensioni del nostro team, ora inizieremo a introdurre le misure necessarie per essere pronti a correre rispettando quel limite dal 2021 in poi, al fine di sfidare di tornare di nuovo a vincere''. Ricordiamo che la McLaren ha ingaggiato per la stagione 2021 il pilota australiano Daniel Ricciardo.


TAGS: formula 1 mclaren daniel ricciardo zak brown f1 2020 McLaren Group McLaren Racing Paul Walsh