Pubblicato il 09/07/21

RISCHIO SOSPENSIONE La discussa penalizzazione di 5 secondi che gli steward hanno assegnato a Lando Norris per la manovra su Sergio Perez nei primi giri del GP Austria non è costata solo il possibile secondo posto al pilota della McLaren, ma lo ha anche portato a un passo dallo stop per una gara. Il britannico, infatti, è stato punito anche con 2 punti di penalità sulla Superlicenza, arrivando a quota 10 negli ultimi 12 mesi. Il regolamento prevede che il pilota che arriva a 12 punti di penalità nell'arco di un anno venga fermato per un gara.

F1, GP Austria 2021: Lando Norris e Sergio Perez duellano in curva 3

PENALITA' ECCESSIVA Da quando è stata introdotta questa regola, mai nessuno ha raggiunto i 12 punti che portano allo stop, ma ora in McLaren sono preoccupati che ciò possa accadere a Norris. Il team principal Andreas Seidl ha dichiarato all'emittente tedesca RTL: ''Non è rassicurante, c'è un rischio fondamentale. Non può essere nello spirito della F1 che un pilota debba saltare una gara per il tipo di incidente che abbiamo visto a Spielberg. Le penalità a punti sono giuste e importanti, ma solo quando si tratta di piloti che fanno cose pericolose''.

OPZIONE VANDOORNE Di questo tema le scuderie e i vertici della F1 dovrebbero discutere nel corso del prossimo weekend a Silverstone: ''Speriamo di trovare un'altra soluzione per il futuro'' ha aggiunto Seidl. La McLaren sta comunque guardando alla possibilità di dover rinunciare a Norris per una gara: ''Abbiamo un accordo con la Mercedes per quanto riguarda i piloti di riserva'' ha aggiunto il team principal, aggiungendo che la prima scelta sarebbe Stoffel Vandoorne, per altro ex pilota della squadra di Woking.

 


TAGS: mclaren norris f1