Pubblicato il 06/04/20

PREDESTINATO Il talento di Charles Leclerc è emerso anche nel GP Australia virtuale che la F1 ha organizzato nella serata di domenica. Il pilota della Ferrari, che per l'occasione ha fatto coppia al volante della Rossa con il fratello Arthur, ha vinto la gara disputata sul circuito dell'Albert Park, precedendo Christian Lundgaard (Renault) e George Russell (Williams). Arthur ha completa l'ottimo risultati di squadra - e di famiglia - chiudendo al quarto posto, davanti ad Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) e a Stoffel Vandoorne (Mercedes).

CAMPO PARTENTI DI VALORE La presenza di un maggior numero di piloti professionisti di alto livello ha reso l'evento più interessante rispetto al caos visto nel precedente appuntamento organizzato sulla pista del GP Bahrain. Leclerc ha dominato l'appuntamento: in qualifica aveva ottenuto il secondo tempo, ma la penalizzazione inflitta al pilota del vivaio Renault Lundgaard per una collisione gli ha regalato la pole position, permettendogli poi di comandare la gara dal semaforo verde alla bandiera a scacchi, sotto la quale è transitato con un vantaggio di ben 14 secondi.

SILENZIO IMPOSTO L'impresa di Leclerc assume maggior valore se si pensa che il pilota della Ferrari fino a una settimana prima non aveva neppure mai giocato a F1 2019, il videogioco ufficiale del Mondiale di F1: ''È stato incredibilmente difficile, sto sudando come un matto - ha dichiarato a fine gara - Grande gara. Ho comprato il gioco otto giorni fa, ma ci ho giocato parecchie ore, almeno cinque al giorno''. Leclerc, meno avvezzo alle corse online rispetto a Lando Norris e Max Verstappen, ha avuto qualche problema anche con la sua diretta su Twitch, in particolare quando lo si è visto trafficare parecchio con i comandi prima di riuscire a chiudere il collegamento (video sotto). Non solo: il monegasco non ha potuto neppure festeggiare con un urlo liberatorio come nei team radio al termine dei gran premi. A spiegare il motivo lo stesso Leclerc, che ha ''incolpato'' la fidanzata Charlotte e i vicini di casa a Monte Carlo: ''Ero molto silenzioso, la mia ragazza ne è stata felice. Lei sta lavorando e i vicini sono piuttosto tranquilli a tarda notte. Penso che se avessi urlato, come l'ultima volta, non sarebbero stati felici''.


TAGS: f1 leclerc Virtual GP