Autore:
Simone Dellisanti

I MIGLIORAMENTI DEL TORO L'ottima prova dell'agguerrito Daniil Kvyat, al Gran Premio della Cina, ha dato una botta di fiducia e di ottimismo a tutto l'ambiente Red Bull che ora sta lavorando strenuamente per mettere i bastoni tra le ruote ai due team leader del campionato mondiale.

CHE PROGRESSI Nel mirino della Scuderia del Toro "con le ali" c'è la Ferrari. La Scuderia del Cavallino non si aspettava di dover far fronte al ritorno della Red Bull-TAG Heuer che ha sfoggiato uno stato di forma eccellente con la conseguente prima fila conquistata da Ricciardo nelle qualifiche cinesi, e dopo aver messo a disposizione di Kvyat una vettura capace di infastidire la Ferrari, dalla prima curva, fino alla fine della corsa.

ASPETTATIVE ESAGERATE? La tensione a Maranello è ad un livello abbastanza alto dopo le prime tre rocambolesche gare del mondiale. La tensione è dovuta alle alte aspettative che si sono create intorno al Team, molte delle quali create dalla Scuderia stessa prima dell'inizio del campionato. Ora l'unica cosa da fare e mettere giù la testa e continuare a lavorare, cercando, nel contempo, di andare oltre il secondo e terzo gradino del podio per avvicinare le Mercedes e scacciare la minaccia Red Bull.

NOTA POSITIVA E pensare che ad inizio stagione stava per essere siglato un accordo tra Ferrari e Red Bull, per la fornitura dei motori di Maranello a favore del Team austriaco ma, fortunatamente, alla fine non se ne fece più nulla. Fortunatamente si, altrimenti a quest'ora ulteriori nubi si sarebbero accumulate sul cielo di Maranello, che non si può di certo definire sereno.

KVYAT LANCIA LA SFIDA La Red Bull sta dando una grande carica soprattutto al giovane Kvyat che vuole riscattare la partenza a rilento di questa stagione. Il pilota russo è positivo sul proseguio del Mondiale che, dopo il circuito di Sochi, farà tappa a Monaco, Ungheria e Singapore, tutte piste tecniche e lente che sembrano i tracciati ideali dove la scuderia di Chris Horner può fare la voce grossa. Queste le dichiarazioni del pilota Red Bull. "L'anno scorso, nonostante tutti i problemi avuti, siamo riusciti ad essere ugualmente competitivi a Monaco, quest'anno saremo, probabilmente ancora più forti e sicuramente avremo qualche buona probabilità". " Per quanto riguarda la vettura non c'è stato un miglioramento di una singola area ma di tutto il pacchetto, il motore ora è più affidabile e ci permette di spingere di più e il telaio funziona molto meglio, quest'anno cercheremo di portare a casa risultati migliori rispetto a quelli dell'anno scorso". Ferrari avvisata.


TAGS: ferrari red bull sebastian vettel kimi raikkonen gp sochi f1 gp russia daniil kvyat daniel ricciardo