Tra vecchi e nuovi regolamenti, l'impegno di Brembo in Formula 1
F1 2021

L'impegno di Brembo nel Mondiale F1 2021: confermato il "Remote Garage"


Avatar di Luca Manacorda , il 22/03/21

8 mesi fa - Ecco come Brembo si prepara alla nuova stagione di F1

Scopriamo come Brembo si prepara ad affrontare la nuova stagione di F1, prima del cambio regolamentare atteso nel 2022

RUOLO DI PRIMO PIANO Ancora una volta, il Mondiale di F1 vedrà tra i suoi grandi protagonisti anche Brembo. L'azienda bergamasca - che in 46 stagioni nel Circus ha accumulato un palmares comprendente 26 titoli Piloti, 30 titoli Costruttori e 442 vittorie - ha realizzato infatti i sistemi frenanti personalizzati per ciascuna delle scuderie al via, fornendo inoltre gran parte del materiale idraulico e delle componenti di attrito. Scopriamo nel dettaglio cosa comporta questo impegno nella massima categoria del motorsport da parte dell'azienda guidata da Alberto Bombassei, nella foto seguente ritratto assieme al team principal della Ferrari Mattia Binotto.

Mattia Binotto con Alberto Bombassei, figlio del fondatore di Brembo, Emilio Bombassei, nel 2019 a Monza Mattia Binotto con Alberto Bombassei, figlio del fondatore di Brembo, Emilio Bombassei, nel 2019 a Monza

IL REMOTE GARAGE

Anche la stagione 2021 di F1 dovrà fare i conti con la pandemia di Covid-19 e con le limitazioni necessarie per evitare la possibile pericolosa diffusione del virus. Per questo, le presenze nel paddock saranno ancora una volta ridotte allo stretto necessario. Brembo, a partire dallo scorso anno, ha adottato la soluzione del Remote Garage per limitare il personale nei circuiti. Inaugurato nella sede di Curno, il Remote Garage è altamente tecnologico ed entra in funzione per ogni weekend di gara con almeno due ingegneri in sala che hanno a disposizione computer ad alta capacità, linee dedicate per la ricezione dei dati, maxischermi e applicazioni per sentire le comunicazioni radio tra piloti e team. Appena la situazione globale lo permetterà, il Remote Garage verrà affiancato da una presenza a pieno regime nel paddock.

LE SOLUZIONI PER I DISCHI IN CARBONIO

Nel Mondiale F1 2021, la maggior parte delle vetture utilizzerà dischi in carbonio da 32 mm di spesso all'anteriore e 28 mm al posteriore. Temperature previste durante i gran premi e strategia di gara condizioneranno la scelta tra le diverse soluzioni di dischi, tra le quali cambiano il numero di fori e la lavorazione sul diametro esterno, che raddoppia così (3x2) le tipologie di dischi all'anteriore. Quest'ultima, chiamata ''groove'', crea una sezione divergente all'aria che esce dai fori di ventilazione del disco, permettendo una maggior efficienza.

VEDI ANCHE



Tipologie di dischi per l'anteriore:

  • 1480 fori - Very High Cooling - disposti su 7 file - soluzione più estrema
  • 1250 fori - High Cooling - disposti su 6 file
  • 800 fori - Medium Cooling - disposti su 4 file

Tipologie di dischi per il posteriore:

  • 1250 fori - High Cooling - disposti su 5 file
  • 800 fori - Medium Cooling - disposti su 3 file

Impianto frenante Mercedes W11 Impianto frenante Mercedes W11

LE NOVITA'

Sono due in particolare gli aspetti su cui Brembo ha lavorato per migliorare l'impianto.  Il primo è il Brake by Wire (BBW), utilizzato da quattro team, per il quale si è cercato di aumentare prontezza di risposta e reattività. Il secondo riguarda l'alleggerimento delle pinze in alluminio-litio a 6 pistoni, valore massimo stabilito dal regolamento, che verranno fornite a otto delle dieci scuderie al via.

PERSONALIZZAZIONE E TELEMETRIA

Brembo sviluppa in maniera autonoma e separata l'impianto frenante di ciascun team, dopo averne definito le esigenze specifiche della vettura. A variare è il rapporto tra peso e rigidezza delle pinze freno. Inoltre, tramite dei sensori, i team possono conoscere in ogni istante la temperatura di dischi e pinze, comunicando così al pilota eventuali modifiche da apportare al bilanciamento dei freni o alla gestione dell'impianto. Un po' come per le gomme, ogni scuderia può scegliere tra due diverse mescole per le pastiglie in carbonio.

UN PO' DI NUMERI

  • 10-15: i set di pinze Brembo che ogni team ordina in un anno
  • 200 gradi: la temperatura raggiunta dalle pinze in alcuni tracciati
  • <10.000 km: la vita utile di una pinza per la F1
  • 150-300: i dischi che ogni team utilizza in una stagione
  • Fino a 600: le pastiglie che un team arriva a consumare in un campionato

LA RIVOLUZIONE DEL 2022

Il prossimo anno la F1 è attesa a una rivoluzione regolamentare che avrà forti ripercussioni anche sull'impianto frenante. La novità più evidente è il passaggio delle ruote dagli attuali 13'' a 18'', modifica che avrà conseguenze anche sui dischi dei freni. Lo spessore rimarrà invariato a 32 mm, mentre il diametro salirà da 278 a 330 mm. Inoltre, ogni team potrà usare un solo set di dischi e pastiglie per gran premio, novità che comporta per Brembo un'ulteriore sfida nello sviluppo dei propri materiali d'attrito. Oltre all'architettura dei dischi, andranno riveste anche le geometrie di pinze, pastiglie e pompe. Il nuovo regolamento imporrà fori con un diametro minimo di 3 mm, mentre attualmente non esiste alcun limite. Per questo, a parità di spessore del disco, fori più grandi degli attuali saranno ovviamente in numero inferiore all'attuale, riducendo la possibilità di raffreddamento.


Pubblicato da Luca Manacorda, 22/03/2021
Vedi anche
Logo MotorBox