Pubblicato il 27/04/20

ADIEU PAUL RICARD Nell'ambito delle misure prese per contenere la diffusione della pandemia di coronavirus, il Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha comunicato l'estensione del divieto di svolegere eventi di grande richiamo fino alla metà di luglio, mantenendo inoltre la chiusura dell'area Schengen fino a nuovo avviso. Una decisione che impatta sul GP Francia, gara in programma il 28 giugno al circuito del Paul Ricard, per la quale gli organizzatori hanno preso atto che non c'è modo che venga disputata.

APPUNTAMENTO AL 2021 Una decisione che era nell'aria, tanto che i recenti discorsi sul nuovo calendario 2020 della F1 prevedevano una partenza dall'Austria, appuntamento successivo a quello di Le Castellet. Come per gli eventi di Melbourne e Montecarlo non si tratta di un posticipo, ma di una cancellazione con arrivederci alla prossima stagione. In un comunicato emanato questa mattina Eric Boullier, amministratore delegato del GP Francia, ha dichiarato: ''Vista l'evoluzione della situazione legata alla diffusione del virus Covid-19, il GP Francia prende atto delle decisioni annunciate dallo Stato francese rendono impossibile mantenere il nostro evento. I nostri occhi si stanno già volgendo verso l'estate del 2021, per offrire ai nostri spettatori un evento ancora più originale''.

F1 GP Francia 2019, Le Castellet: la partenza

IL SOSTEGNO DI LIBERTY MEDIA La decisione presa dagli organizzatori è maturata in piena sintonia con la proprietà della F1, gli americani di Liberty Media. Chase Carey, CEO della F1, ha commentato: ''Siamo stati in stretto contatto con il promotor francese durante questa situazione in evoluzione e, sebbene sia deludente per i nostri fan e per la comunità della F1 che il GP Francia non abbia luogo, appoggiamo pienamente la decisione presa dalle autorità francesi e non vediamo l'ora di tornare presto a Paul Ricard''.

RIMBORSI IN ARRIVO Gli organizzatori hanno comunicato che i termini di rimborso verrano specificati a breve sul sito www.gpfrance.com. L'impegno è quello di facilitare il rimborso di ogni biglietto, comprensivo delle spese accessorie commericializzate sullo stesso sito (camping, navetta, parcheggio). La Francia al momento ha registrato oltre 160mila casi di Covid-19, con quasi 23mila decessi.


TAGS: f1 GP Francia Paul Ricard Macron