Pubblicato il 21/04/21

DOMENICA DA DIMENTICARE Il GP Emilia Romagna si è tramutato in una grande delusione per l'Alfa Romeo. La pioggia che ha condizionato la gara di domenica aveva creato una buona opportunità per conquistare i primi punti della stagione, ma sia Kimi Raikkonen sia Antonio Giovinazzi hanno visto rovinare le loro buone prestazioni da episodi poco fortunati. Se il finlandese si è visto togliere il nono posto sotto alla bandiera a scacchi per una penalizzazione alquanto macchinosa (qui la nostra spiegazione a riguardo), l'italiano ha dovuto abbandonare i sogni di gloria già pochi giri dopo la ripresa della gara, una volta terminata l'interruzione provocata dall'incidente tra Valtteri Bottas e George Russell.

VISIERA MALEDETTA Il pilota di Martina Franca è stato infatti costretto ad effettuare un pit-stop non previsto per un problema di surriscaldamento a uno dei freni posteriori. A causare l'inconveniete una visiera a strappo finita nel condotto di raffreddamento dell'impianto. Giovinazzi ha raccontato così la sua domenica a Imola: ''All'inizio era davvero difficile vedere, praticamente impossibile. Credo che abbiamo fatto tutto bene, anche dopo la bandiera rossa ero in zona punti e più veloce di chi mi era davanti. Penso che sarebbe stato possibile fare davvero bene, ma poi ho dovuto fermarmi per una visiera a strappo che ha fatto salire la temperatura del freno posteriore. E' stata davvero sfortuna. Spero che il vento possa cambiare e che potremo essere più fortunati nel prossimo gran premio''. Già in Bahrain era successo qualcosa del genere a Fernando Alonso: in quell'occasione a ostruire il condotto dei freni era stata una bustina di plastica.


TAGS: f1 giovinazzi GP Emilia Romagna