Gene Haas spiega l'addio a Mazepin e Uralkali
F1 2022

Gene Haas conferma Fittipaldi, almeno per ora: "Vorremmo qualcuno con esperienza"


Avatar di Luca Manacorda , il 07/03/22

2 mesi fa - Il proprietario americano ha parlato delle ultime difficili decisioni

Il proprietario dell'omonima scuderia ha parlato delle difficili decisioni prese la scorsa settimana

DOPPIO ADDIO L'avvio di stagione 2022 della Haas è stato reso più complicato del previsto dall'invasione militare dell'Ucraina da parte della Russia. Il team americano ha deciso di rescindere i contratti che lo legavano al pilota Nikita Mazepin e allo sponsor UralKali, società russa di fertilizzanti di proprietà del padre Dmitry Mazepin. Perdere il title sponsor e uno dei due piloti titolari alla vigilia dell'ultima sessione di test invernali e del primo gran premio dell'anno, entrambi in programma in Bahrain, non è l'ideale, ma il proprietario Gene Haas ha garantito che la sua squadra saprà affrontare questo doppio imprevisto.

Test F1 Barcellona 2022, Nikita Mazepin (Haas) Test F1 Barcellona 2022, Nikita Mazepin (Haas)

I MOTIVI Con la sua Haas Automation, azienda produttrice di macchine utensili CNC, Gene Haas è fondatore, proprietario e principale finanziatore della scuderia. Parlando all'agenzia di stampa Associated Press, l'imprenditore ha spiegato così le decisioni prese la scorsa settimana: ''Ci sono state molte critiche intense sull'invasione ucraina e tutto ciò stava diventando travolgente. Non possiamo affrontare tutto questo, gli altri nostri sponsor non possono affrontare tutto questo''. All'indomani dell'inizio dell'azione militare ordinata da Vladimir Putin, la Haas aveva deciso di rimuovere lo sponsor UralKali e i colori della bandiera russa dalla livrea della monoposto impegnata nei test di Barcellona: ''Haas è sempre stato il principale sponsor, non so perché la gente diceva che era diventata una squadra russa. Haas Automation era sempre sulla macchina. Stiamo bene. Vorremmo più soldi, ovviamente, ma stiamo bene''.

VEDI ANCHE


FITTIPALDI IN PISTA, PER ORA Per quanto riguarda la pista, il team si trova ad affrontare il rebus di chi affiancare ora a Mick Schumacher. Nel breve termine la scelta ricadrà sicuramente sul pilota di riserva Pietro Fittipaldi, ma Haas è il primo ad ammettere che il brasiliano potrebbe essere sostituito da qualcuno con maggior esperienza: ''Stiamo esaminando diversi candidati, vedremo chi è disponibile e cosa dobbiamo affrontare, ma avremo qualcuno entro mercoledì. Pietro ci sarà sicuramente, ecco a cosa serve, è il collaudatore. Stiamo cercando. Penso che ovviamente vorremmo avere qualcuno con un'esperienza un po' più reale. Dobbiamo solo vedere cosa è disponibile''.

F1 2022, test Barcellona: Nikita Mazepin al volante della Haas con livrea bianca F1 2022, test Barcellona: Nikita Mazepin al volante della Haas con livrea bianca

POSSIBILI CANDIDATI Fittipaldi, 25enne brasiliano con passaporto americano, è nipote del due volte iridato Emerson e ha già disputato due gran premi con la Haas nel finale della stagione 2020, quando sostituì Romain Grosjean convalescente dopo il terribile incidente proprio in Bahrain. Per il sedile lasciato libero da Mazepin stanno circolando molti nomi. Uno dei più gettonati è quello di Oscar Piastri, campione in carica della F2 sotto contratto con l'Alpine. Dallo stesso campionato proviene un altro candidato, l'indiano Jehan Daruvala, pilota del vivaio Red Bull. Se davvero il team americano vuole un nome con più esperienza, però, la scelta dovrebbe spostarsi su qualcuno visto negli ultimi anni in F1: i primi due nomi che rispondono a questo identikit sono quelli di Antonio Giovinazzi, ora impegnato in Formula E e pilota di riserva della Ferrari, e di Nico Hulkenberg.


Pubblicato da Luca Manacorda, 07/03/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox