PARADISO F1-SCALE Se c'è un angolo del mondo dove la Formula 1 non è mai stata è il Centro America. Volendo infatti considerare il Messico come parte del continente nord americano, la serie motoristica per eccellenza non ha mai toccato la fina striscia che lega Nord e Sud America, densa di piccoli stati che si affacciano sui due oceani. Ed è proprio sulle rive sud di Panama - tra i più noti paradisi fiscali del pianeta - che il Circus potrebbe piantare le tende, almeno stando a quanto riportato dai quotidiani locali. Sulle colonne di MiDiario si parla infatti di documenti che circolano inerenti a uno studio di fattibilità avviato per verificare la possibilità di far correre Hamilton & soci tra le strade della capitale Panama City.

ODORE DI BUFALA Le grafiche e i fotomontaggi grezzi (nella galleria sottostante) riportati dalla stampa panamense, uniti all'uso spregiudicato del termine e del logo ''Formula 1'', fanno pensare probabilmente a un'iniziativa locale che non coinvolga ufficialmente FIA e FOM, se non direttamente a una bufala. In ogni caso la pista, lunga 5 km, sarebbe ricavata in parte nella ''Cinta Costera'' della capitale che affaccia sul Golfo di Panama, in parte tra le vie più ampie (tra cui la Calle 50) della città di circa 900.000 abitanti. Sul documento si parla di marzo 2022 come obiettivo per l'esordio nel Mondiale, data che - anche fosse vero lo studio - sembrerebbe poco fattibile conoscendo le tempistiche del Circus.


TAGS: formula 1 f1 2020 Panama GP Panama F1 Panama