PASSI NEL FUTURO Un primo passo per una Formula 1 più pulita e sostenibile era stato compiuto nel novembre scorso, con l'impegno di ridurre a zero le emissioni di carbonio entro il 2030. Questa settimana se ne è compiuto un secondo e i vertici del campionato motoristico più importante del mondo e della FIA, la Federazione Internazionale dell'Automobile, hanno firmato il quadro d'azione in cinque punti per lo sport e per il clima delle Nazioni Unite.

I CINQUE PUNTI Per essere considerata firmataria di questo quadro d'azione, Formula 1 e FIA hanno accettato i seguenti punti:

  • Intraprendere sforzi sistematici per promuovere una maggiore responsabilità ambientale
  • Ridurre l'impatto climatico complessivo
  • Educare all'azione per il clima
  • Promuovere un consumo sostenibile e responsabile
  • Sostenere l'azione per il clima attraverso la comunicazione

RUOLO IMPORTANTE I piani impostati per la Formula 1 di ridurre le emissioni entro la prossima decade soddisfano tutti questi requisiti e a ribadirlo è stato il CEO Chase Carey: ''L'anno scorso la Formula 1 ha lanciato la sua prima strategia di sostenibilità, riconoscendo l'importante ruolo che dobbiamo svolgere nella lotta ai cambiamenti climatici. Le azioni che intraprenderemo negli anni a venire ridurranno la nostra impronta di carbonio e garantiranno il traguardo 'zero carbonio' entro il 2030. Siamo lieti di unirci agli sforzi delle Nazioni Unite e lavoreremo a stretto contatto con la FIA, i team e i partner per realizzare i nostri piani e attuare cambiamenti significativi''.

Chase Carey (Liberty Media) e Jean Todt (FIA)

IMPEGNO TOTALE A sposare le parole di Carey è stato il presidente della FIA, Jean Todt: ''Come Federazione Internazionale composta da 244 membri in 140 paesi e leader nello sviluppo degli sport motoristici e mobilità, siamo totalmente impegnati nella protezione ambientale globale. La firma di questo quadro d'azione per lo sport e per il clima delle Nazioni Unite rafforza lo slancio che è cresciuto nella nostra Federazione negli ultimi anni. Dall'introduzione della centralina ibrida in F1 alla creazione della Commissione Ambiente e Sostenibilità, l'intera comunità della FIA ha investito tempo, energia e risorse finanziarie a beneficio delle innovazioni ambientali. Miriamo così a ispirare una maggiore consapevolezza e il diffondersi delle migliori pratiche negli standard di sostenibilità degli sport motoristici''.


TAGS: formula 1 fia zero emissioni onu f1 2020 Nazioni Unite protocollo per il clima clima e sport carbone