FORMULA 1 IN GARAGE Chi non ha mai sognato di avere una monoposto di Formula 1 nel proprio garage? Certo, non stiamo parlando di Ferrari o Mercedes, ma l'offerta messa in piedi dall'azienda britannica TDF (Tour-de-Force Power Engineering) è sicuramente da prendere in considerazione, sempre che abbiate almeno 2 milioncini che vi ballano nel salvadanaio e non sappiate come spenderli. Parliamo di una Marussia o di una Sauber ''ricondizionata'', se così si può dire, ovvero due auto assemblate sui telai originali della Marussia MR01 e della Sauber C31 che hanno partecipato ai campionati del mondo, rispettivamente, 2011 e 2012.

QUATTRO CILINDRI Proprio a causa di questa customizzazione le monoposto sono state ribattezzate TDF-1, due bolidi internamente simili tra loro ed esternamente copie delle ''gemelle'' da corsa. Entrambe le auto sono dotate di un propulsore a 4 cilindri da 1,8 litri al posto dell'originale V8 da 2,4 litri, capace di sprigionare 600 cavalli e raggiungere i 9000 giri motore. Il produttore assicura prestazioni vicine al 95% rispetto alle monoposto equivalenti che scesero in pista in quegli anni, e se parliamo della Marussia, che già di suo andava il 90% di una Formula 1, il peggioramento è consistente...

Marussia TDF-1, in vendita a circa 2 milioni di dollari

BOLIDE ESTREMO Cattiverie a parte, l'ebbrezza di guidare una macchina da corsa estrema è garantita, ovviamente solo su pista, visto che auto del genere non possono essere omologate per la strada in nessun paese del mondo. Essendo però pensate per il grande pubblico, il vantaggio è che saranno molto più semplici da guidare rispetto a una Formula 1. Per avviarle, per esempio, lo si potrà fare graze a un motorino di avviamento direttamente dall'interno dell'abitacolo e non servirà certo un'equipe di meccanici che faccia partire il motore con uno starter esterno.

La Sauber C31 ai test di Jerez 2012

DRS AUTOMATICO E a proposito di motore, è garantito per una durata di 3000 km mentre il cambio sarà un più economico ''sei marce'' manuale, ma automatizzato, realizzato in magnesio e fibra di carbonio. Il peso dell'auto? Appena 600 kg, una quarantina in meno rispetto alle monoposto originali, e infine chi comprerà la Marussia o la Sauber potrà giovarsi anche di un sistema DRS (Drag Reduction System) simile a quello attivo sulle Formula 1 ma automatizzato anch'esso, che si aprirà autonomamente in rettilineo, chiudendosi nuovamente a qualsiasi input di sterzo o frenata per aumentare la stabilità e minimizzare i rischi di perdite di aderenza in curva.

Marussia TDF-1, in vendita a circa 2 milioni di dollari

PRIMA IN PALESTRA, POI IN PISTA I dati snocciolati finora portano a prestazioni di tutto rispetto in pista. Le TDF-1 sono in grado di arrivare da zero a 100 kmh in meno di due secondi e di toccare una velocità massima vicina ai 300 kmh. In curva le accelerazioni laterali saranno meno intense di quelle di una Formula 1 ufficiale ma per nulla trascurabili, comprese tra 4g e 4,5g, ed è consigliabile un allenamento specifico al collo prima di mettersi alla guida, anche per resistere alle brusche decelerazioni prodotte dai freni carbonio-carbonio. Le vetture saranno equipaggiate, infine, con pneumatici Pirelli da 13 pollici analoghi a quelli utilizzati in Formula 1. Insomma, buon divertimento, se potete permettervelo... altrimenti dovrete accontentarvi del video dimostrativo distribuito da TDF.


TAGS: formula 1 f1 Marussia TDF-1 Marussia MR01 Marussia F1 Sauber TDF-1 TDF