Autore:
Simone Valtieri
Pubblicato il 04/01/2019 ore 13:00

ROBERT FERRARISTA MANCATO Robert Kubica in tuta rossa. Un sogno per molti tifosi della Ferrari qualche anno fa, ma una bella storia anche per il Kubica post-incidente, quello che ha purtroppo dovuto dire addio ai sogni di gloria in un periodo ascendente della sua carriera. Il polacco, che disputerà il mondiale 2019 con la Williams tornando in Formula 1 dopo oltre 3.000 giorni di assenza, è stato a lungo in trattativa con la Ferrari per un ruolo da test driver, scegliendo però di rimettersi in gioco in pista, e riuscendo a raccogliere i capitali necessari ad assicurarsi un sedile da titolare in Williams.

RIMETTERSI IN GIOCO La Ferrari stava cercando un pilota per sostituire Antonio Giovinazzi e Daniil Kvyat, entrambi titolari nel 2019, il primo con la Sauber il secondo con la Toro Rosso, e Robert aveva tutte le caratteristiche che servivano a Maranello: velocità, esperienza, intelligenza. Oltre a questo Robert aveva però, anzi ha, la voglia di rimettersi in gioco. Per cui, intervistato da Autosport, ha spiegato le difficoltà nello scegliere di voler essere protagonista in un team con scarse possibilità, piuttosto che comprimario in un team che presumibilmente lotterà per il titolo.

DIFFICILE DIRE DI NO "Sapevo cosa volevo fare, anche se a volte le cose sono un po' più complicate di quanto non sembrino dall'esterno" ha spiegato Kubica che poi, rispondendo a domanda puntuale sulla Ferrari, ha aggiunto: "Ho avuto qualche opportunità che ritengo molto interessante, e non è stato facile dire di no. Alla fine sono un pilota e anche se non corro da molto tempo, questa mentalità da corsa è venuta fuori nel momento di prendere una decisione. Sono felice della scelta fatta, perché rappresenta una grande sfida."

L'ENERGIA DI UN RAGAZZINO "Non è facile diventare un pilota di Formula 1, convincere le persone che puoi esserlo e trovare il tuo posto nel paddock" - ha infine aggiunto Kubica - "Occorre avere veramente tanta voglia per farlo, e io ci sono già passato 12 anni fa, ma sono sicuro di avere ancora le energie per farlo nuovamente. Non sono né preoccupato né spaventato da questa sfida e penso che possa funzionare. Ho una grande opportunità ed è un lieto fine rispetto al lungo viaggio che ho dovuto compiere."


TAGS: williams ferrari robert kubica kubica Kubica Ferrari