Autore:
Antonio Albertini

AMMISSIONE DI COLPA Il tempo ha portato consiglio a Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari ha rivisto e riflettuto sulle movimentate fasi iniziali del GP Giappone, cambiando idea sull'incidente con Max Verstappen. Inizialmente, nelle prime dichiarazioni a caldo il monegasco aveva definito "niente di speciale" l'episodio con il pilota della Red Bull, mentre gli steward lo hanno ritenuto responsabile dell'episodio, penalizzandolo di 5 secondi. Ora, il quasi 22enne (compirà gli anni domani), ha ammesso di aver sbagliato, anche tramite i social: "Errore mio in curva 1. Ha rovinato la gara di Max e messo noi in una cattiva posizione per il resto della gara" ha scritto su Instagram.

RISULTATO NON SODDISFACENTE Leclerc ha ammesso le sue colpe anche in dichiarazioni più corpose rilasciate dopo il settimo posto di Suzuka: "È stata una gara difficile. All'inizio ho commesso un errore e ho avuto un contatto con Max in curva 1, che purtroppo ha compromesso entrambe le nostre gare e la mia ala anteriore è stata danneggiata. Ho cercato di tirare fuori il massimo andando avanti. Dopo la prima sosta, quando la mia ala anteriore è stata cambiata, ho dato il massimo, cercando di recuperare il maggior numero di posizioni possibile. Sebbene sa stato abbastanza divertente superare tante altre vetture, la mia posizione finale non è il nostro obbiettivo o un risultato di cui essere soddisfatti".


TAGS: ferrari formula 1 red bull suzuka f1 GP giappone verstappen leclerc f1 2019 JapaneseGP 2019