Autore:
Simone Dellisanti

NUOVI VOLTI Il team di Woking di Formula Uno, il McLaren Team Racing, proprio non ci sta a fare da bella statuina nella massima serie motoristica e per tentare un rilancio nella prossima stagione di F1 ha deciso di cambiare i piloti. Il primo a salutare la compagnia è stato Alonso. Ormai stanco e sfibrato dagli ultimi anni deludenti con Ferrari prima e McLaren poi, l'asturiano ha deciso di proseguire la sua carriera sui circuiti endurance del WEC e sui tracciati ovali della Indy Car. Il secondo pilota che lascia la compagnia è Vandoorne, giovane dalle belle speranze e promesse che, però, a causa dei deficit tecnici della monoposto arancione, non è mai riuscito a farsi notare all'interno del Circus.

BYE STOFFEL "Siamo grati a Stoffel per il duro lavoro e l'impegno che ha portato avanti durante i suoi anni alla McLaren. E' un pilota di talento, che ha vinto tanto nelle formule minori. Siamo orgogliosi di aver avuto un ruolo nella sua ascesa verso la Formula 1" queste le parole di Zak Brown, CEO McLaren che ha confermato al notizia dell'addio. Da elogiare la sincerità con cui Brown ha ammesso che, per le mancanze prestazionali del team, la squadra non ha certo aiutato il suo giovane pilota a mettersi in mostra. "E' chiaro che non gli abbiamo fornito gli strumenti per dimostrare il suo talento e avremmo preferito ottenere dei risultati migliori insieme, ma ciò non toglie che farà sempre parte della famiglia McLaren. Per i restanti GP del 2018, sia Stoffel che Fernando si impegneranno per cercare di portare a casa il maggior numero di punti possibile".

NUOVE STRADE "Sono molto grato alla McLaren per avermi dato fiducia negli ultimi cinque anni" ha dichiarato il pilota della McLaren, Stoffel Vandoorne. "Qui sono cresciuto come pilota visto che sono entrato a far della famiglia McLaren molto giovane, facendo prima il development driver, il collaudatore e il pilota ufficiale. Ovviamente darò il massimo per le restanti sette gare di questa stagione e annuncerò i miei piani per la prossima stagione a tempo debito".

IL SOSTITUTO Con tutta probabilità sarà un altro giovane pilota nei ranghi della scuola piloti McLaren a prendere il posto di Vandoorne, tale Norris. Manca ancora l'ufficialità però, quindi occhi puntati anche sull'attuale pilota della Force India, Esteban Ocon, più esperto e preparato per difendere i colori della McLaren per il prossimo anno, in compagnia di Carlos Sainz, attuale driver Renault e promesso sposo di Woking


TAGS: mclaren stoffel vandoorne f1 2018