Autore:
Giulio Scrinzi
Pubblicato il 18/04/2017 ore 18:50

DI NUOVO IN PISTA Dopo la gara di domenica, le scuderie del Circus iridato si sono fermate sul Bahrain International Circuit per disputare i successivi test Pirelli in programma da calendario, che hanno esordito oggi con la prima delle due giornate previste.

RIVINCITA IMMEDIATA E in seguito alla beffa incassata in gara, il più veloce in questo Day 1 è stato proprio lo sconfitto del terzo round stagionale, un Lewis Hamilton che si è preso immediatamente la rivincita firmando il miglior tempo di giornata in 1'31''358 su gomme Soft. Un crono decisamente più lento rispetto a ciò che ha fatto vedere in qualifica, ma c'è da sottolineare che Hammer si è concentrato essenzialmente sull'interpretazione delle nuove coperture Pirelli attraverso alcuni long run alternati a sessioni più brevi.

CHE GIOVINAZZI! Dietro di lui si è piazzata la sorpresa di giornata, vale a dire il nostro Antonio Giovinazzi che ha esordito in pista con la Ferrari SF70H di Maranello. Il pilota di Martina Franca era distanziato di pochi millesimi dal tre volte Campione del Mondo britannico, il quale poi ha dato lo strattone decisivo incrementando il gap ad oltre 6 decimi. Nonostante tutto, però... buona la prima!

LA RED BULL INSEGUE Terzo tempo per la RB13 di un Daniel Ricciardo che, su gomme Supersoft, era in cima alla classifica dei tempi fino al primo pomeriggio, quando la power unit Renault by Tag Heuer ha alzato bandiera bianca. Anche nel suo caso, il crono fatto segnare è poco indicativo, dal momento che questi test sono stati organizzati per avere un maggiore riscontro delle nuove coperture Pirelli.

HAAS IN GRANDE SPOLVERO Non ha centrato per poco il podio virtuale la HAAS di un Romain Grosjean quarto che si è focalizzato su alcuni test aggiuntivi sull'impianto frenante Carbon Industrie, possibile sostituto di quello Brembo attualmente usato dal reparto corse a stelle e strisce. Dietro di lui la prima delle Williams di Felipe Massa, il quale ha sostituito la gemella di un Lance Stroll (settimo) che ha girato al mattino e a fine giornata è stato sopravanzato dalla Renault di Nico Hulkenberg.

LARGO AI COLLAUDATORI Anche se non hanno fatto segnare tempi particolarmente brillanti, nella giornata di oggi sono scesi in pista diversi collaudatori, tra i quali Sean Gelael della Toro Rosso. L'indonesiano, anche se ha dovuto affrontare la sostituzione della power unit Renault della sua STR12, è riuscito a conquistare l'ottavo tempo assoluto, davanti alla seconda Ferrari oggi tra i cordoli di Sebastian Vettel, protagonista di un lungo stop ai box per via di un allarme al motore 062 di Maranello quando stava provando le coperture 2018, e della Force India affidata al development driver Alfonso Celis Jr. Fuori dalla top ten, infine, la Sauber di Marcus Ericsson e la McLaren-Honda del tester britannico Oliver Turvey, autore di soli 17 giri a causa dell'ennesimo cedimento della power unit Honda.

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica di questo Day 1 di test Pirelli 2018 sul circuito Sakhir di Manama, in Bahrain.

PILOTA TEAM TEMPO GAP GIRI
1. Lewis Hamilton Mercedes 1'31''358   97
2. Antonio Giovinazzi Ferrari 1'31''984 +0.626 93
3. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'32''349 +0.991 45
4. Romain Grosjean HAAS 1'32''452 +1.094 87
5. Felipe Massa Williams 1'32''509 +1.151 56
6. Nico Hulkenberg Renault 1'33''624 +2.266 74
7. Lance Stroll Williams 1'33''729 +2.371 35
8. Sean Gelael Toro Rosso 1'33''885 +2.527 78
9. Sebastian Vettel Ferrari 1'33''894 +2.536 89
10. Alfonso Celis Jr Force India 1'33''939 +2.581 71
11. Marcus Ericsson Sauber 1'34''550 +3.192 106
12. Oliver Turvey McLaren-Honda 1'35''011 +3.653 17

 


TAGS: formula 1 lewis hamilton f1 F1 2017 formula 1 2017 lewis hamilton 2017 test f1 2017 test bahrain f1 2017 test bahrain f1 2017 day 1 f1 2017 test f1 2017 test bahrain f1 2017 test bahrain day 1