Pubblicato il 29/06/20

RAPPORTO SOLIDALE Tra Fernando Alonso e Pedro De la Rosa c'è una grande amicizia, rafforzata dagli anni di comune militanza in McLaren prima e in Ferrari poi. De la Rosa conosce bene le qualità dell'asturiano e si augura di rivederlo in F1 nel 2021, anche se non avrà a disposizione una vettura in grado di lottare per la vittoria. Per motivare la sua speranza, l'ex pilota di svariati team tra cui Arrows, Sauber e Jaguar, propone un interessante paragone calcistico.

IL PARAGONE CALCISTICO Intervistato dal quotidiano spagnolo Marca, De la Rosa ha spiegato: ''È come se Lionel Messi andasse al Granada. Con tutto il rispetto, preferirei che giocasse a calcio lì, piuttosto che non fosse attivo in Spagna o che giocasse a calcetto. Sento la stessa cosa per Fernando''. Il Granada nella Liga 2019/2020 è attualmente al decimo posto in classifica, ancora in lizza per un posto nelle coppe europee. Il paragone con la Renault, rispettivamente quarta e quinta negli ultimi due Mondiali di F1, è abbastanza calzante.

F1, GP Abu Dhabi 2019: Fernando Alonso nel box Renault con Nico Hulkenberg

PEDRO PRO RIENTRO Nonostante l'amicizia che li lega, De la Rosa ha spiegato di non essere a conoscenza dei piani di Alonso: ''Onestamente, non ho idea se tornerà o meno. È una decisione personale che deve prendere, ma spero che torni e gliel'ho detto. I migliori piloti devono guidare in F1. Un pilota eccezionale può sempre fare qualcosa in più con una vettura di F1''. Di parere opposto è Giancarlo Minardi, che ai microfoni del nostro podcast RadioBox ha fortemente sconsigliato ad Alonso di ritornare nel Circus.


TAGS: alonso f1 De la Rosa