Pubblicato il 30/03/2020 ore 11:40

A PORTE CHIUSE  L'ex pilota di Williams, McLaren e Red Bull David Coulthard, attualmente opinionista televisivo nonché driver per la casa austriaca in occasione di eventi e show dimostrativi, è certo che qualora la Formula 1 riuscisse a ripartire nel 2020, dovrebbe farlo a porte chiuse. La pandemia virale di Covid-19 che sta imperversando ormai in tutto il mondo, costringerà alla modifica delle nostre abitudini almeno fin quando non si troverà una cura o un vaccino al temibile coronavirus, per questo motivo le adunate oceaniche proprie degli eventi sportivi saranno probabilmente arginate.

RIPARTENZA VELOCE Coulthard è comunque ottimista circa una ripresa delle attività nel relativamente breve termine, e lo ha raccontato nel corso di un intervento sul canale olandese Ziggo Sport: ''Credo profondamente che il nostro mondo possa ripartire più velocemente di alcuni altri'' - ha spiegato lo scozzese - ''In poco tempo potremmo ricominciare a correre senza spettatori, e poi più avanti nel corso dell'anno, si potrà tornare a gareggiare nuovamente davanti a un pubblico''.

MARKO CONCICLIANTE Un altro uomo Red Bull, stavolta il dirigente Helmut Marko, vista la situazione sembra aprire alla possibilità di correre due gare in un weekend, idea da lui stesso rigettata solo pochi giorni fa. ''Occorre fare di necessità virtù'' - ha dichiarato l'ex pilota alla TV austriaca ORF - ''Se si decidesse di correre più gare su una singola pista, servirebbe sceglierne una attraente e che offra possibilità di sorpassi''.


TAGS: formula 1 f1 2020 David Coulthard Coronavirus CoViD-19