Pubblicato il 19/03/20

RINVIO AL 2022 La notizia era nell’aria già da qualche giorno e adesso è anche diventata finalmente ufficiale: la Formula 1 rinvia al 2022 l’introduzione della rivoluzione regolamentare inizialmente prevista per il 2021. Una scelta effettivamente obbligata dall’emergenza coronavirus, che ha costretto gli organizzatori del mondiale a rinviare – per il momento a data da destinarsi – le prime sette gare del campionato, da Melbourne a Monte Carlo passando per Sakhir, Shanghai, Hanoi, Zandvoort e Barcellona. Una scelta responsabile nell’intento di concentrare risorse economiche ed energie su un 2020 che sarà giocoforza “azzoppato” dall’assenza di qualcuna delle 22 gare previste in origine e principale fonte di introiti per i team. Ed è proprio per fare in modo che gli sforzi economici per le auto di quest'anno non vengano sperperati, che anche nella prossima stagione il regolamento verrà mantenuto stabile.

Rendering ufficiale monoposto F1 2021

RIUNIONI Molti gli incontri, ovviamente virtuali, tenuti nei giorni scorsi per definire la Formula 1 che verrà, quella della ricostruzione dopo l’emergenza contagio. Così, dopo che nella giornata di mercoledì si era trovato l’accordo tra nove team e che anche Mattia Binotto aveva espresso la volontà della Ferrari di non bloccare la decisione, oggi sono stati perfezionati i dettagli per posticipare l’ingresso dei nuovi regolamenti al 2022. Resterà invece fissato per il 2021 l’ingresso dei nuovi regolamenti finanziari, con i team che potranno al massimo spendere 175 milioni di dollari a stagione. Questo vuol dire che le nuove monoposto dovranno essere progettate rispettando il budget cap, anche se va detto che soprattutto i top team sono già in fase piuttosto avanzata nello studio e nel disegno delle F1 del futuro.

Rendering ufficiale monoposto F1 2021

IL COMUNICATO Questo il testo del comunicato diffuso dalla Federazione Internazionale dell’Automobile in attesa di ratificare (un atto comunque meramente formale) da parte del World Motor Sport Council la decisione di posticipare di un anno la rivoluzione tecnica: “In seguito all’accordo unanime tra Fia, Formula 1 e team, l’entrata in vigore del nuovo regolamento tecnico prevista per il 2021 sarà posticipata al 2022. Tutte le parti hanno discusso della situazione del mondiale 2020 e di come lo sport potrebbe reagire alla sfida causata dalla pandemia di CoViD-19. Per via della situazione finanziaria volubile che si è venuta a creare, è stato trovato l’accordo circa l’utilizzo dei telai 2020 anche nel 2021, con la possibilità che altre componenti vengano cristallizzate. L’introduzione e l’implementazione del regolamento finanziario andrà invece avanti secondo i piani, con ulteriori discussioni in atto tra Fia, F1 e team per trovare altre significative opzioni di riduzione delle spese. Tutte le squadre hanno espresso massimo supporto alla Federazione e agli organizzatori del mondiale riguardo agli sforzi per ristrutturare il calendario 2020 in base all’evoluzione del CoViD-19. Tutte queste considerazioni saranno riferite agli organi di governo competenti per la ratifica finale”.


TAGS: formula 1 fia f1 f1 2021 Coronavirus CoViD-19 F1 2022