Pubblicato il 28/04/21

BOSS E AMICO La carriera di Sebastian Vettel in F1 è decollata grazie alla Toro Rosso, con la quale ha ottenuto i primi risultati di rilievo nel biennio 2007-2008. Il coproprietario della scuderia di Faenza ai tempi era Gerhard Berger, ex pilota della Ferrari e grande amico del tedesco. Nel corso del podcast F1 Nation, l'austriaco ha analizzato il momento difficile che sta vivendo il quattro volte campione del mondo oramai da un po' di tempo a questa parte, consigliandogli una decisione piuttosto drastica.

CONSIGLIO FRATERNO Berger ha spiegato di aver suggerito a Vettel di lasciare la F1 al termine della sua esperienza con la Ferrari: ''Sebastian è un amico e mi trovo bene con lui, ma alla fine dello scorso anno gli avevo già detto di smetterla. Goditi quei quattro titoli mondiali, vai a qualche classico o goditi altre cose nella vita. Tuttavia, ci sono piloti che amano ancora correre e così anche Seb. Stava a lui prendere quella decisione''. La decisione è ovviamente quella di accettare l'offerta dell'Aston Martin di Lawrence Stroll.

F1 GP Bahrain 2021, Sakhir: Sebastian Vettel (Aston Martin)

PUNTO DI NON RITORNO Secondo Berger, Vettel ha ormai raggiunto una fase della carriera in cui non riesce più a garantire una continuità di rendimento, ma al massimo solo qualche exploit. L'austriaco ha spiegato di aver vissuto qualcosa di analogo nel corso della sua esperienza in F1, terminata nel 1997 all'età di 38 anni: ''Questa situazione mi ricorda la mia carriera. Arriva un punto in cui pensi di fare ancora tutto bene. Pensi che stai ancora correndo tutti i rischi e che stai ancora guidando abbastanza bene, ma non è così. C'è un momento in cui tutto ciò viene meno. Può ancora fare qualche buona gara, ma non è più il vecchio Vettel''.

IL CONFRONTO CON STROLL Alle difficoltà personali si aggiunge un altro problema. Nei primi due gran premi della stagione 2021, Vettel ha perso nettamente il confronto diretto con Lance Stroll, un pilota che non gode di grande stima per via del grande aiuto economico ricevuto dal padre, ma che probabilmente non è neppure così scarso come molti lo dipingono: ''Lance è più veloce di Vettel e forse anche migliore di quanto alcuni pensassero - ha aggiunto Berger - Se sei un quattro volte campione del mondo e un giovane pilota fa meglio di te, questo fa molto male''.


TAGS: vettel f1 ritiro Berger