TRADIZIONE RISPETTATA Le cartoline di Bernie Ecclestone sono ormai una tradizione di Natale per il mondo della F1. L'ex Supremo ha mantenuto l'abitudine di fare un sunto degli aspetti cruciali dell'ultimo anno del Circus anche ora che non veste più i panni del grande capo. E così, anche quest'anno, puntuale è arrivato il pensierino di Mister E: al centro della sua attenzione, questa volta, gli steward e le accese polemiche sulle loro decisioni relative alla condotta in pista dei piloti.

STEWARD PROTAGONISTI L'episodio più discusso a riguardo è stato sicuramente quello relativo alla penalizzazione costata la vittoria a Sebastian Vettel in Canada. Ecclestone è dunque tornato a quei giorni, portando sulla scena tre steward che spiegano alla platea di piloti cosa possono e cosa non possono fare nel corso del consueto briefing del venerdì: al centro, è ben riconoscibile Emanuele Pirro, il ''colpevole'' dei 5 secondi inflitti al pilota della Ferrari per aver ostacolato Lewis Hamilton dopo essere rientrato in pista in seguito a un taglio di chicane. 

Cartolina Natale 2019 Ecclestone

LE RACCOMANDAZIONI Ecclestone ha deciso di ironizzare sulle tante regole a cui i piloti sono, anzi erano, costretti a sottostare. Utilizziamo un verbo al passato perché, proprio in seguito alle polemiche di Montreal, la direzione gara ha decisamente cambiato il proprio approccio, lasciando molto più spazio alle battaglie in pista e intervendo meno con sanzioni e penalità. Un cambio di rotta di cui ha giovato innanzitutto lo spettacolo in pista. Queste le sette regole ricordate dagli steward della cartolina: 

  1. Leggi il libro delle istruzioni prima di iniziare la gara
  2. Non andare oltre la linea, non importa quale sia il colore o dove si trovi
  3. I messaggi tra gli ingegneri di pista e i piloti verranno analizzati dagli avvocati
  4. Se hai un incidente, dai la colpa all'altro pilota
  5. Non restare invischiato in battaglie, eviterai la squalifica
  6. Non pensare, segui gli ordini di scuderia
  7. Se interpellato da noi, prova a sembrare onesto!

I PRECEDENTI Negli scorsi anni (qui sotto trovate la gallery completa) Ecclestone aveva ritratto il passaggio di Hamilton alla Mercedes (2013), la maximulta inflittagli da un tribunale tedesco per corruzione (2014), il GP Usa già decisivo per il titolo disputato sotto il diluvio con il lancio del cappellino di Rosberg verso Hamilton nel retropodio (2015), il dominio Mercedes (2016), il passaggio di consegne con Liberty Media (2017) e i complotti nel paddock (2018). E allora Buon Natale a tutti, anche a quella simpatica canaglia di Mister E!


TAGS: natale f1 ecclestone