Pubblicato il 25/05/20

UN NUOVO TIPO DI GP I Gran Premi nell'epoca della pandemi di coronavirus si chiamano ''Eventi chiusi'' e prevedono tutta una serie di misure studiate per evitare i contagi e la diffusione del Covid-19. In attesa di un documento ufficiale, i primi dettagli delle misure decise dai vertici della F1 per dare il via alla tribolata stagione 2020 stanno iniziando ad emergere.

PERSONALE RIDOTTO Gli ''Eventi chiusi'' saranno ovviamente gran premi disputati senza pubblico sugli spalti e ogni team potrà avere al massimo 80 dipendenti sul circuito tra l'inizio e la fine di un weekend di gara. Di questi, non più di 60 potranno essere coinvolti nelle attività attorno alle due monoposto, un numero del tutto analogo a quello che il regolamento permette regolarmente. Il tagli di personale riguarda infatti i dipendenti coinvolti nelle attività di marketing, sponsorizzazione, sicurezza, ospitalità e logistica, aspetti su cui influirà parecchio l'assenza di pubblico, ospiti e giornalisti.

Il paddock della F1 durante i test invernali al Montmelò, in Spagna

LA F1 IN UNA BOLLA L'obiettivo è quello di creare una ''bolla di isolamento'' in cui tutti potranno lavorare in sicurezza, evitando i rischi di un possibile focolaio di coronavirus. Spetterà all'organo di governo della F1, alla FIA e a Liberty Media decidere quali appuntamento del calendario verranno disputati come ''Eventi chiusi'' La speranza è quella di poter avere più di un gran premio ''Evento aperto'' entro la fine dell'anno.


TAGS: f1 Liberty Media Coronavirus