Pubblicato il 28/02/2020 ore 16:15

REALTA' O FINZIONE? Si è parlato molto del reale potenziale della Ferrari nel corso di queste due settimane di test. La SF1000, profondamente rivoluzionata nelle caratteristiche rispetto alla precedente SF90, ha destato perplessità circa le sue prestazioni. Forse il team di Maranello, dopo ''aver imparato la lezione'' come dichiarato qui in Spagna, ha deciso di nascondersi e di non illudere come avvenuto nel 2019? Mattia Binotto ha voluto escludere categoricamente che il Cavallino si stia nascondendo.

PRESSIONE SEMPRE PRESENTE Il team principal della Ferrari ha mantenuto un profilo molto basso anche nell'ultima conferenza stampa tenuta al Circuit de Catalunya: ''Confermo che non sono ottimista come lo ero lo scorso anno e la nostra non è la macchina più veloce. Detto questo, la vettura sembra essere affidabile e la stagione è lunga. Non stiamo cercando di tenere un basso profilo per allontanare la pressione. Al contrario, non essendo molto competitivi, la pressione è ancora più presente''.

F1 Test Barcellona 2020, Day-5: Sebastian Vettel (Ferrari)

PROBLEMA DRAG Il problema principale della SF1000 sembra essere la mancanza di velocità di punta: ''Quando dico che non siamo veloci, ovviamente, lo dico se comparo la nostra macchina agli altri. Il drag sta penalizzando la velocità di punta. Non stiamo spingendo il motore al massimo perché non volevamo compromettere la nostra affidabilità. E' difficile dire se siamo lenti per via della potenza del motore o per via del drag. Non ci stiamo nascondendo. Questa è la vera performance della macchina''.

VITTORIA LONTANA Mentre Binotto incontrava i giornalisti, Charles Leclerc era impegnato in una simulazione di gara. Il monegasco ha mostrato un ritmo migliore rispetto a quello avuto da Vettel il giorno prima: ''Siamo meglio sul passo gara che sulla performance in qualifica - ha osservato Binotto - Ieri la pista era più lenta di oggi. Sebastian non era particolarmente contento del bilanciamento, ma oggi credo che le cose vadano meglio. Al mattino abbiamo fatto simulazione qualifica e al pomeriggio simulazione gara. Portiamo a casa ulteriori dati che ci potranno essere utili. Siamo pronti come team, ma non siamo al livello di vincere una gara in questo momento''.

F1 Testing: Charles Leclerc (Ferrari)

IL VOTO DI BINOTTO In conclusione, il team principal della Ferrari ha dato i voti sul primo scorcio di 2020 della Ferrari: ''E' difficile capire cosa succede nei test e anche Melbourne è una pista particolare. Serviranno 2/3 gare. Se devo dare un voto a questi test posso dire che siamo andati discretamente, abbiamo capito molte cose: direi 8. Ma se devo valutare tutto l’inverno do 6''. In caso di avvio di stagione difficile, la Ferrari potrebbe decidere di concentrare gli sforzi sulla prossima stagione, caratterizzata da una rivoluzione regolamentare: ''Dobbiamo bilanciare lo sviluppo della macchina 2020 con lo studio della macchina 2021. La stagione deve ancora cominciare e non possiamo permetterci di comprometterla. Ovvio, se le cose dopo alcune gare si mettessero male potremmo puntare sul 2021'' ha chiuso Binotto.


TAGS: ferrari f1 binotto test barcellona SF1000