Uber, dal 2030 autista solo se possiedi un'auto elettrica
Transizione energetica

Uber, dal 2030 solo taxi elettrici. Ma oggi quanti sono?


Avatar di Lorenzo Centenari , il 20/09/22

2 settimane fa - L'annuncio dell'ad Khosrowshahi: autista Uber solo se possiedi una EV

L'annuncio dell'ad Khosrowshahi: presto l'azienda accetterà solo autisti che possiedono una EV. Oggi la quota è in forte minoranza

No electric, no party. Nel senso che non parti proprio. Dalle istituzioni nazionali ed internazionali ai Costruttori, fino alle singole imprese private. Oggi le multinazionali, un giorno - chi lo sa - anche la bottega di quartiere. Entro il 2030 Uber non consentirà ai modelli con motore termico di registrarsi sulle proprie piattaforme. Una policy che ha due significati: aggiornamento della flotta e perfezionamento del servizio al pubblico. Ma anche: non possiedi un'auto elettrica, non posso farti lavorare.

UBER BAN La transizione del gigante del ride hailing dalle fonti fossili all'energia elettrica è in programma già da tempo, tuttavia il Ceo Uber Dara Khosrowshahi sembra ora aver individuato una scadenza, benché ancora di carattere solo ufficioso. E la deadline coincide a grandi linee con la data scelta da gran parte delle Case auto, oltre che da autorità locali e sovranazionali, per abbandonare una volta per tutte la benzina e il diesel. Nel 2030, o dentro o fuori. O guidi full electric, o non puoi fregiarti del bollino Uber.

QUOTE GREEN Una sorta di agenda 2030, Khosrowshahi la rivela nel corso di un'intervista all'emittente CBS News, circostanza durante la quale il numero uno del colosso di San Francisco sostiene come la società si sia imposta ''l'obiettivo di diventare completamente elettrica entro la fine del decennio negli Stati Uniti, in Canada e in Europa''. Rider avvisati, tuttavia i piani di Uber sono lungi dal dirsi a buon punto. Su circa un milione di conducenti globali, al 2022 solo una quota di 25.000 autisti offre passaggi a bordo di un'elettrica. Cioè una quota inferiore al 3% dell'offerta.

VEDI ANCHE



ECOBONUS Un passo alla volta. Entro il 2023, Khosrowshahi stima come l'incidenza di Uber taxi ad alimentazione elettrica raddoppierà. L'obiettivo verrà raggiunto attraverso uno stanziamento di 800 milioni di dollari sottoforma di incentivi all'acquisto di un EV, mentre già oggi la compagnia riconosce un dollaro in più di compenso per ciascuna corsa in auto elettrica, oltre a erogare sconti sui costi di ricarica. Una partnership con Hertz, infine, offre condizioni particolarmente vantaggiose sul noleggio a breve e medio termine di modelli Tesla. Basterà per una migrazione in massa dalla termiche?

ELETTRÍZZATI La progressiva metamorfosi del parco auto Uber passa anche da programmi rivolti all'utente. Negli Usa già è attivo un servizio, Uber Green, che permette di opzionare una corsa a bordo di veicoli elettrici e ibridi, mentre entro la fine di settembre la variante Comfort Electric, in un campione di città pilota, circoscriverà l'offerta alle elettriche di fascia premium. Un incentivo alla volta, fino al 2030. Quando viaggiare EV sarà (forse) la prassi.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 20/09/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox