Pubblicato il 07/05/21

NON OSO GUARDARE Senza pedali, senza mani, fino ad arrivare ''ad occhi chiusi'', o meglio, occhi rivolti nella direzione opposta. Da Tesla, aspettati di tutto. E il brevetto che in questi giorni sta (ri)facendo il giro del web, cioè il disegno di un abitacolo con sedili girevoli e volante che scorre lungo la plancia (dopo il volante ''a cloche'' di qualche mese fa), non è dopotutto materia di stupore. Anche perché non è esattamente un documento tenuto sotto chissà quale segreto. Fu il preparatore svizzero Rinspeed, già nel 2014, a immaginare un prototipo di Tesla Model S a guida autonoma, con tanto di poltrone della prima fila in grado di voltarsi indietro. Abbiamo detto ''immaginare'', non ''costruire''. Intanto, abbiamo recuperato il video.

MISSION: IMPOSSIBLE Il concetto di un interno auto che a piacere si trasforma in una lounge di prima classe, con tanto di sedili anteriori che ruotano su un perno anche di 180°, orientandosi così in senso contrario a quelli posteriori, se non è vecchia come l'auto stessa, poco ci manca. Nessuno è tuttavia sin qui riuscito a trasformare quell'idea in realtà, non fosse altro perché il Codice (ma anche le leggi della fisica e il senso comune) ne vieta l'omologazione. Ma il progresso fa progressi, e prima o poi - ne siamo certi - viaggeremo guardando il tratto di strada appena percorso, anziché quello ancora da percorrere. E chi, se non Tesla, sarà il primo Costruttore a inaugurare tale ''innovazione''? Secondo l'utente Twitter Taylor Ogan, che ora ripropone il file sul suo profilo, i tempi sono ormai maturi.


ELON CHE NE PENSA? Dalla descrizione ufficiale del disegno in questione, si apprende che il concept può applicarsi a una berlina, a un SUV, ma anche a un veicolo commerciale o a un camion. Meno chiaro è semmai un altro aspetto: la speciale configurazione di sedili e volante è attiva anche mentre l'auto è in movimento, oppure solo mentre è in sosta? Perché tra gli scenari uno e due, corre tutta la differenza del mondo. Nel primo caso, infatti, saremmo di fronte a un modello di guida autonoma livello 5, cioè lo step definitivo di self driving car. Uno step che a noi risulta essere ancora assai lontano. Anche per Tesla, nonostante i suoi messaggi a volte ambigui. Comunque: se Tesla sta davvero lavorando all'abitacolo ''salotto'', Mr Musk non tarderà a twittare di suo pugno.


TAGS: tesla twitter brevetti tesla sedili girevoli