UN ADAS PER AMICO Intrattenimento, cultura, relazioni umane. La tecnologia è strumento di infinite opportunità. Una delle quali è l'opportunità di sopravvivere. A un incidente stradale, ad esempio. Si pensi al differente impatto che esercita sul traffico un parco circolante interamente "armato" di Autonomous emergency braking, e un quadro circolatorio che invece ne è sprovvisto.

AUTO E POLITICA Ecco perché la Commissione Ue si sta affrettando ad approvare un elenco di misure che prevedano l'obbligo, per le auto nuove, di adottare di serie, entro la scadenza del 2021, una lunga lista di dispositivi di sicurezza attiva. Dal momento che esistono, e che (come dimostrano le statistiche) contribuiscono a salvare la vita a migliaia di persone.

PACCHETTO SALVAVITA Tra gli altri provvedimenti inclusi nel pacchetto di proposte dell'Unione Europea a favore della mobilità sostenibile (il protocollo Europe on the move), l'obbligo da qui al 2021 di equipaggiare tutti i modelli di nuova immatricolazione di almeno 11 tra i maggiori ADAS disponibili sul mercato.

FERMARE L'EMORRAGIA L'intervento congiunto di strumenti tecnologici come la frenata automatica di emergenza, il monitoraggio della soglia di attenzione del conducente, il mantenimento dell'auto all'interno della propria corsia e altri ancora, secondo le stime risparmieranno, nel decennio 2020-2030, qualcosa come 7.300 vite e 38.900 infortuni gravi.

L'11 TITOLARE Ma gli obiettivi sono ancora più ambiziosi: sul lungo periodo, il progetto Zero Impact dell'Unione fissa per il 2050 il traguardo di una mortalità prossima allo zero. Torniamo ora coi piedi per terra. Abbiamo citato frenata automatica e un paio di altri ADAS di uso sempre più comune. Per facilitarvi, di seguito elenchiamo uno dopo l'altro tutti gli 11 dispositivi di sicurezza ai quali la Commissione ha assegnato un ruolo primario.

1. Frenata automatica di emergenza (Advanced emergency braking)

2. Predispozione ad etilometro integrato (Alcohol interlock installation facilitation)

3. Riconoscimento sonnolenza e soglia di attenzione (Drowsiness and attention detection)

4. Registrazione dati in caso di incidente (Event and accident data recorder)

5. Avviso di frenata di emergenza (Emergency stop signal)

6. Superamento crash test per protezione passeggeri anteriori (Full-width frontal occupant protection crash test)

7. Adeguamento della superficie di impatto per la testa di pedoni e ciclisti (Head impact zone enlargement for pedestrians and cyclists)

8. Cruise control adattivo (Intelligent speed assistance)

9. Mantenimento attivo dell'auto in carreggiata (Lane keeping assist)

10. Protezione occupanti in caso di impatto laterale (Pole side impact occupant protection)

11. Telecamera di retromarcia o sensori di prossimità (Reversing camera or detection system)

TUTTO GRATIS (O QUASI) Ulteriori ADAS diventeranno obbligatori successivamente, e interesseranno anche camion e veicoli commerciali. La domanda sorge spontanea: quanto crescerà il prezzo delle auto? Risponde l'Ue: in modo trascurabile. Un plafond di 450 milioni di euro verrà erogato agli Stati membri affinché collaborino all'applicazione del pacchetto di misure. E impediscano l'aumento dei listini.


TAGS: adas autonomous emergency braking sistemi di sicurezza guida autonoma unione europea lane keeping assist