Autore:
Marco Congiu
NON C'È PACE Il Gruppo Volkswagen, da ormai quasi due anni, è sotto stretta osservazione a seguito della vicenda che l'ha visto manipolare le emissioni dei suoi motori Diesel, ribattezzata Dieselgate. A finire sotto la lente d'ingrandimento del Ministero dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt è stavolta Porsche, con il suo V6 3.0 TDI che equipaggia la Cayenne - oltre ad Audi A8 e A7 - che verrà analizzato nel prossimo futuro per verificare la presenza del noto defeat device.
 
NATO DA UN'INCHIESTA È stato il giornale Der Spiegel a far tornare di attualità la vicenda delle emissioni alterate. L'inchiesta, adesso, sarebbe stata affidata dal Ministero dei Trasporti direttamente alla KBA, l'agenzia federale dei trasporti. Per Der Spiegel, infatti, le emissioni dei V6 Diesel eccedevano i limiti consentiti dalla legge, chiedendo a gran voce una verifica seria nelle reali condizioni di guida. 

TAGS: volkswagen porsche porsche cayenne dieselgate v6 diesel