Nuovi incentivi auto 2022: Giorgetti a favore, Salvini contrario
Ecobonus

Nuovi incentivi all'auto nel 2022, che cosa c'è di vero


Avatar di Lorenzo Centenari , il 02/02/22

3 mesi fa - Il ministro Giorgetti professa ottimismo, Salvini rema contro

Sulla possibilità di nuovi aiuti al settore, il ministro Giorgetti professa ottimismo, Salvini lo stronca. Quali reali prospettive

Già prende persino a circolare una cifra di massima. 450 milioni di euro (riporta La Repubblica) da trasferire dalle casse statali a quelle di un settore, l'automotive, che il 2022 non l'ha iniziato certo con il piede giusto. Le intenzioni, almeno quelle di una parte del Governo, esistono. Per i fatti concreti, invece, serve ancora attendere pazienti. Incentivi all'auto sì o no? Per il momento è no, per il futuro è un ''forse''. Anche perché non tutti, ai piani alti, sembrano d'accordo.

BUONI PROPOSITI A riaccendere la speranza di una nuova ondata (ondina?) di aiuti economici al comparto delle quattro ruote sono le parole confortanti del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti. In conclusione del tavolo di lavoro coi rappresentanti di Confindustria, Anfia e le imprese della fliera di lunedì 1° febbraio, Giorgetti lascia la porta aperta: ''Nonostante le difficoltà, sono ottimista sul fatto che nelle prossime settimane, insieme con il Mef, presenteremo delle proposte per incentivi al settore''.

Incentivi auto, Giorgetti: stiamo lavorando per voi Incentivi auto, Giorgetti: stiamo lavorando per voi

VEDI ANCHE



OCCASIONE PERSA Nella visione del ministro, un nuovo meccanismo di ecoincentivi per favorire la transizione ecologica avrebbe dovuto essere inserito già nella legge di Bilancio, oppure nel decreto Sostegni Ter, pubblicato in Gazzetta Ufficiale i giorni scorsi. Persa la duplice occasione, ora i tempi e le modalità di un provvedimento ad hoc appaiono quanto di più vago. Ne sapremo di più, forse, a marzo. Tanto più che il leader della Lega Matteo Salvini boccia l'ipotesi.


VIVA L'ECOBONUS, ANZI NO Salvini sposta insomma l'attenzione sul tema energetico, criticando l'idea di appoggiare l'accelerazione della mobilità elettrica, vista come un favore all'economia cinese, piuttosto che una reale misura di supporto all'economia delle famiglie italiane. Questo nonostante lo scorso dicembre lo stesso leader leghista avesse caldeggiato un mini-pacchetto di incentivi da 150 milioni di euro. Anno nuovo, priorità nuove. Ma i problemi vecchi, restano. Contraddizioni incluse.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 02/02/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox