SUGLI OSTACOLI GUIDI DA FUORI Non si sono ancora spente le luci della ribalta per la nuova Land Rover Defender dopo il suo lancio avvenuto al Salone di Francoforte poche settimane fa, che la fuoristrada inglese fa parlare nuovamente di sé. Si, perché voci molto vicine al reparto R&D ci confermano che Land Rover sta lavorando a un sistema di controllo da remoto, che consentirebbe la guida a bassa velocità dall'esterno dell'auto. Il sistema è progettato in modo specifico per l'uso in fuoristrada, consentendo al guidatore di affrontare ostacoli e passaggi complicati con maggiore precisione e più sicurezza piuttosto che restando al volante, all'interno dell'auto.

LA TECNOLOGIA È GIÀ PRONTA L'ingegnere capo del prodotto Stuart Frith ha già dichiarato che l'auto sarebbe "in grado di assolvere a questa funzione, pensata in fase di progettazione". Inoltre, ha aggiunto: "Abbiamo capito fino in fondo come farlo e abbiamo anche provato sul campo dei prototipi”. La tecnologia sviluppata sarebbe un miglioramento del sistema 3D Scout già presente sulla nuova Defender, che fornisce un'immagine virtuale dell'auto a distanza per affrontare ostacoli più difficili. Il sistema di guida da remoto richiederebbe l’utilizzo della Activity Key opzionale, la chiave a braccialetto indossabile per la connessione con il guidatore, che si deve trovare nelle vicinanze della Defender per averne il controllo.

Nuova Land Rover Defender 2020: supera quasi tutti gli ostacoli 

SISTEMI DI ASSISTENZA EVOLUTI Mentre la 4x4 inglese monta già di serie sistemi di trazione molto avanzati, software intelligenti e un migliore sistema di visibilità con telecamere e altri sensori, l’Ing. Frith ha affermato che non è ancora stato sviluppato completamente un dispositivo per controllare l'ambiente circostante all'auto per superare gli ostacoli. "Se ti trovi in una situazione difficile e sei l’unico in macchina, potresti uscire dall'auto e individuare l’ostacolo da solo", ha commentato. Mentre alcune vetture già sul mercato possono eseguire manovre di parcheggio a bassa velocità tramite telecomando, sommare al pacchetto di assistenza una gestione più ampia dello sterzo su terreni difficili è una cosa più complicata.

BARRIERE LEGISLATIVE A questo, bisogna aggiungere la legislazione, che attualmente è il maggiore ostacolo. Infatti gli organi competenti impongono garanzie sulla sicurezza, che attualmente non sono ancora date per certe. Land Rover sta, inoltre, valutando la possibilità di consentire ai proprietari di condividere in streaming filmati dei viaggi e delle esperienze in off-road da parte dei possessori della nuova Defender, utilizzando il sistema EVA 2.0 compreso nel pacchetto online del veicolo.


TAGS: land rover defender land rover nuova land rover defender Land Rover Defender 2020 nuova defender guida autonoma