Autore:
Marco Congiu

UNA SU CINQUE Nonostante sia stata lanciata la nuova generazione quest'estate, la Jeep Wrangler 2019 non brilla al crash test Euro NCAP. Il fuoristrada erede spirituale della Jeep Willis ha conquistato solo una stella su cinque nel prestigioso e probante test dell'ente. Ecco perché.

MANCA QUALCOSA Com'è stato per la Punto nel 2017 e per la Fiat Panda, la Jeep Wrangler è stata penalizzata principalmente per l'assenza di assistenti alla guida. Oltre all'avvisatore della cintura di sicurezza ed all'impostazione del limitatore di velocità, la Wrangler non introduce nulla di quanto siamo abituati a vedere su altre vetture, dal cruise adattivo al lane assist, passando per l'avvisatore dell'angolo cieco o addirittura alla guida assistita. A questo aggiungiamo l'assenza di airbag per i passeggeri posteriori o altre forme di salvaguardia per gli utenti deboli ella strada, come pedoni e ciclisti.

EVOLUZIONE Per puntare all'eccellenza nei crash test, ormai, sono imprescindibili gli assistenti alla guida di varia natura. Per quanto siano molte le auto che nell'ultimo periodo abbiano ricevuto le 5 stelle, però, non tutte ne sono uscite allo stesso modo. Con Panda e Wrangler sono state testate anche Audi Q3, BMW X5, Hyundai Santa Fe, Jaguar I-Pace, Peugeot 508, Volvo V60 e S60, le quali hanno sì ottenuto 5 stelle su 5, ma siano lontane dalla perfezione: su alcuni modelli, in combinazione con determinati optional, gli airbag non hanno funzionato correttamente. Soprattutto quelli posteriori. Si è fatto tantissimo, ma si può ancora migliorare.


TAGS: jeep wrangler jeep wrangler