Pubblicato il 18/01/21

EN PLEIN Quando investire sulla riduzione dell'inquinamento, paga. 100% motori Euro 6, gamma 100% elettrificata. Prende il via la nuova campagna di incentivi pubblici e Suzuki si fa trovare pronta, con l'intera flotta che a gennaio 2021 beneficia dei bonus statali. Se non è un unicum, poco ci manca: da Swift alle new entry Across e Swace, passando per Ignis, Vitara, S-Cross, pure anche Jimny (in vendita omologata esclusivamente autocarro), per tutti i modelli a listino , sia 4x2 sia a trazione 4x4, che registrano un tasso di emissioni di CO2 al di sotto della soglia di 135 g/km fissata dalla legge, è previsto un incentivo governativo tra i 1.500 euro e i 4.500 euro, cui va aggiunto uno
sconto minimo a partire da 2.450 euro applicato dai concessionari Suzuki, per un vantaggio complessivo fino a 10.000 euro.

CAPOCLASSE Al di sotto, e con ampio margine, per giunta: tanto che la media calcolata per le unità immatricolate nello scorso dicembre risulta di soli 92,2 g/km, il livello più basso mai ottenuto da Suzuki. Significativo è anche il confronto con le emissioni medie calcolate sulla base di tutte le auto immatricolate in Italia, che a dicembre sono state pari a 98,5 g/km. La performance di Suzuki è dunque migliore del 6,4% del mercato e fa sì che la Casa di Hamamatsu aiuti l’intero settore automotive a limitare la quantità di gas serra immessa in atmosfera.

TERZA FASCIA Chi dunque rottama un’auto con omologazione fino a Euro 5, immatricolata prima dell’1° gennaio 2011, per passare a Suzuki Ignis Hybrid, Swift Hybrid, Vitara Hybrid, S-Cross Hybrid, oppure l'imminente Swace Hybrid, potrà utilizzare il bonus di 1.500 euro concesso dallo Stato, più uno sconto a partire da 2.000 euro applicato dai concessionari, gli incentivi cioè previsti per la fascia di emissioni 60-135 g/km.

SECONDA FASCIA Un discorso a parte merita l’ancor più virtuosa Across Plug-in (qui la nostra prova), che ricade invece nella fascia tra i 21 e i 60 g/km di CO2. Chi scegliesse di mettersi al volante del nuovo SUV ibrido ricaricabile potrà usufruire del bonus statale fino a 4.500 euro nel caso in cui l’acquisto sia accompagnato dalla rottamazione di un’auto ante 2011 ritenuta inquinante, al quale si aggiunge lo sconto di 5.500 euro applicato dalle concessionarie Suzuki, che porta il vantaggio complessivo per il cliente a 10.000 euro.

AUTOCARRO A completare la gamma incentivata Suzuki è infine anche Jimny Pro con omologazione N1: ecoincentivo statale fino a 1.200 euro in caso di rottamazione di un veicolo N1 fino ad euro 4.


TAGS: suzuki ignis suzuki mild hybrid plug-in hybrid suzuki across incentivi auto 2021