Logo MotorBox
Tecnologia digitale

Hyundai e l'era digitale: arrivano i servizi in abbonamento


Avatar di Alessandro Perelli , il 10/05/24

2 settimane fa - Servizi online a pagamento sulle auto del costruttore asiatico

Hyundai pronta a lanciare i servizi digitali in abbonamento
La casa coreana introdurrà diverse nuove funzionalità su richiesta per i suoi modelli e aggiungerà il supporto per i pagamenti in auto

L’era digitale sta entrando sempre di più nel quotidiano e non poteva che influenzare anche la galassia automotive. Tra sistemi di guida autonoma, assistenti di bordo e servizi da remoto, le automobili stanno diventando sempre più un mezzo di intrattenimento più che di trasporto. L’ultima frontiera sembrano essere proprio i servizi in abbonamento tipo quelli già offerti da BMW. Ti servono i sedili riscaldabili, ma li vuoi solo in inverno? Perfetto, noi ti montiamo l’hardware già pronto (i sedili) e tu compri l’abbonamento per la loro attivazione da remoto, poi li “spegniamo” fino a nuova sottoscrizione.

Servizi in abbonamento Hyundai: il concept del SUV elettrico Seven Servizi in abbonamento Hyundai: il concept del SUV elettrico SevenNUOVA FRONTIERA DEI SERVIZI ONLINE Hyundai potrebbe seguire l'esempio di case automobilistiche come quella bavarese nell'offrire determinate funzionalità attraverso un servizio a pagamento, secondo Marcus Welz, il capo della nuova divisione Connected Mobility del costruttore coreano. Per prepararsi alla nuova era digitale, Hyundai ha combinato il suo servizio di abbonamento Mocean con il sistema di connettività Bluelink sotto un nuova famiglia denominata Hyundai Connected Mobility.

VEDI ANCHE



Servizi in abbonamento Hyundai: l'abitacolo digitale e connesso di Ioniq 5 Servizi in abbonamento Hyundai: l'abitacolo digitale e connesso di Ioniq 5UNA GALASSIA DI SERVIZI DA REMOTO Welz afferma che la creazione di questa nuova divisione consentirà di introdurre inediti servizi digitali, come funzionalità su richiesta, pagamenti in auto e applicazioni Vehicle-to-Everything (V2X). Parlando con la stampa inglese, Welz ha dichiarato che Hyundai vuole fare di più che vendere semplicemente automobili e mira ad avvicinarsi ai propri clienti dopo aver venduto loro un veicolo. Un modo per farlo è attraverso abbonamenti flessibili, proprio come i servizi Bluelink. Per esempio, i nuovi modelli includeranno la versione Lite di Bluelink gratuitamente per i primi 10 anni, mentre coloro che sono disposti a pagare 2,99 euro al mese avranno accesso a una versione Plus con servizi remoti più completi. I coreani venderanno anche un piano Pro a 9,99 euro al mese, che aggiunge servizi, tra cui pagamenti in auto e offerte dei partner commerciali.

Servizi in abbonamento Hyundai: il futuro passa dalla connessione internet Servizi in abbonamento Hyundai: il futuro passa dalla connessione internetL’OPINIONE DEL MANAGER BMW è uno degli esempi di casa automobilistica che vende abbonamenti a determinate funzioni del veicolo. Nel 2022 ha suscitato molte polemiche quando ha iniziato a proporre i sedili riscaldabili per veicoli già dotati dell'hardware. Alla domanda se Hyundai farà lo stesso, Welz ha detto di essere più interessato a portare “nuove funzionalità nelle auto più vecchie”. ''Ciò che si è visto spesso nel settore è un vecchio caso d'uso, ad esempio i sedili riscaldabili'', ha affermato. “Questo è stato offerto al cliente utilizzando nuove tecnologie come gli aggiornamenti software. Tuttavia, penso che il vantaggio delle funzionalità su richiesta sia esattamente l’opposto: portare nuove funzionalità nelle auto più vecchie”. Welz ha indicato che Hyundai potrebbe vendere aggiornamenti software per componenti esistenti come la batteria, i motori, le fotocamere e i sensori di un veicolo elettrico. ''Molti progressi possono effettivamente essere fatti attraverso il software, quindi puoi utilizzare l'hardware esistente'', ha detto. ''Continueremo a sviluppare queste caratteristiche e funzionalità e poi le forniremo agli utenti''.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 10/05/2024
Tags
Gallery
Vedi anche