Pubblicato il 31/03/20

HONDA JAZZ 2020 E IL RITORNO DI TASTI E MANOVELLE

Pensavamo che il futuro sarebbe stato sempre più touch, proprio come i nostri smartphone, ma ora la Casa giapponese, che pure è sempre stata all'avanguardia per quanto riguarda le nuove tecnologie fa un deciso passo indietro. La nuova Honda Jazz 2020, infatti, soltanto ibrida per il mercato europeo, ritorna sui suoi passi e reintroduce manopole e tasti per il climatizzatore. 

LE MOTIVAZIONI Nonostante l'industria stia andando dalla parte opposta, e nonostante la nuova Jazz mantenga comunque i controlli touch per svariate funzioni, la decisione è spiegata con sicurezza da Takeki Tanaka, project leader dell'auto: ''Il motivo è semplice: vogliamo minimizzare il più possibile le distrazioni per il guidatore, e in particolare abbiamo visto che controllare il climatizzatore è più intuitivo così. È una decisione presa anche grazie ai feedback dei nostri acquirenti. Soprattutto si tratta di un'operazione che prima andava fatta guardando un monitor, mentre ora si può intervenire sul climatizzatore continuando a guardare la strada''.

Nuova Honda Jazz 2020, l'abitacolo

IL CONTESTO La decisione va controcorrente rispetto al passato di Honda e della stessa Jazz, e rispetto alla strada presa più o meno da tutto il settore. Recentemente abbiamo visto la nuova Audi A3 dai comandi interamente touch, e Melanie Limmer di Audi ha dichiarato a Autocar che i comandi touch sono sempre più familiari grazie agli smartphone, e che il nuovo sistema di A3 non è meno facile da utilizzare di quello precedente.

CHE COSA NE PENSATE? Mentre qualcuno sospetta che la decisione di Honda sia tarata sul pubblico dei più anziani, a noi alcune delle motivazioni sembrano piuttosto convincenti; ma vi invitiamo a esprimere anche il vostro parere nel sondaggio nelle story del nostro profilo Instagram. Sempre considerando che, forse, il dibattito potrà essere chiuso in futuro dall'introduzione sempre più massiccia dei comandi vocali.


TAGS: honda jazz analogico touchscreen