Foto e scheda tecnica muletto LaFerrari in vendita all'asta
Aste

Vuoi collaudare una Ferrari? Basta aggiudicarsi un suo muletto all'asta


Avatar di Alessandro Perelli , il 31/03/22

1 mese fa - Un raro muletto della hypercar di Maranello in vendita all'asta

L'esemplare unico di prototipo utilizzato per i primi collaudi della hypercar del cavallino potrebbe diventare il gioiello di un facoltoso collezionista

OGGETTO PIÙ UNICO CHE RARO Un sito web come il nostro, che tratta il mondo delle auto, vive anche di notizie e scoop dell’ultima ora che ci mostrano prototipi immortalati durante i collaudi. Si tratta di muletti camuffati e con sembianze ancora molto lontane da quello che sarà il modello di produzione. Vi siete mai chiesti cosa significherebbe guidare un’auto come quella, che è un laboratorio su ruote, per capirne le caratteristiche a 360°? Bene, ora potreste togliervi il dubbio, poiché è sufficiente aggiudicarsi questo esemplare unico di Ferrari LaFerrari messo in vendita dalla casa d’aste RM Sotheby’s. O meglio, si tratta di uno dei primi prototipi della hypercar di Maranello, con sembianze tutt’altro che definitive. La Ferrari LaFerrari è stata presentata nel 2013 ed è arrivata in strada un anno dopo per scontrarsi con altre hypercar come la McLaren P1 e la Porsche 918 Spyder. Ma molto prima che la supersportiva italiana da quasi 1.000 CV fosse rivelata, gli ingegneri Ferrari hanno usato questo muletto pe una serie di collaudi molto importanti per testare i freni, lo sterzo, le sospensioni, l'ESP e il motore ibrido V12 di 6,3 litri.

Asta RM Sotheby's LaFerrari: il muletto completamente mimetizzato Asta RM Sotheby's LaFerrari: il muletto completamente mimetizzatoCOSA SI NASCONDE SOTTO LA MIMETICA? Se osservate le foto, noterete che si tratta di una 458 Italia pesantemente modificata e la sua storia ci dice che è stata utilizzata dalla Ferrari tra maggio 2011 e dicembre 2012 nelle prima delle tre fasi dello sviluppo della LaFerrari. Il suo telaio in alluminio è stato modificato per ospitare un motore V12 che dovrebbe regalare a questa 458 molti più muscoli e un colonna sonora assai diversa da quella del suo V8 originale. Rispetto a una LaFerrari tirata a lucido come siamo abituati a vedere, questo muletto è un trionfo di lamiere e rivetti che non fanno capire nulla di quello che sarebbe diventato il design della hypercar. Ci sono grossi pezzi di carrozzeria e finiture tagliate via, cavi e promemoria scritti ovunque e, soprattutto, viene fornito con i pannelli di travestimento imbullonati che avrebbe indossato durante i test per tenere alla larga i soliti occhi indiscreti.

VEDI ANCHE



Asta RM Sotheby's LaFerrari: la zona posteriore con i tubi di scarico Asta RM Sotheby's LaFerrari: la zona posteriore con i tubi di scaricoBRUTTA FINE PER I MULETTI La rarità di questo esemplare sta nel fatto che di solito le auto di prova delle case automobilistiche rimangono entro le mura dei reparti di collaudo per ulteriori test e spesso vengono rottamati per non lasciare traccia del progetto. Invece, questa Ferrari è stata venduta a un collezionista privato nel 2016 con l'accordo che non poteva essere immatricolata e utilizzata sulla strada. Purtroppo, continuerà ad essere così per chiunque se la aggiudicherà durante l’asta in programma a maggio, ma diventerebbe un oggetto straordinario da aggiungere a una collezione di supercar. Inoltre, dal momento che funziona perfettamente e può essere guidata, non c'è niente che impedisca di divertirsi su una strada privata, lontano dal traffico e sentirsi per un attimo un perfetto collaudatore, come dicevamo all’inizio. Quindi, se avete una passione per le Ferrari rare e un vialetto così lungo che funzioni anche da piccola pista di prova, avrete l’occasione di dare gas al volante di questo affascinante pezzo di storia della Ferrari, occasioni come questa non si presentano spesso. Detto ciò, attualmente non è stata formulata una stima del prezzo da parte della casa d'aste, ma aspettatevi di dover mettere la firma su un bell’assegno per farvi dare le chiavi.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 31/03/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox