Enel X, Eni, Be Charge: ricarica unificata per le auto elettriche
Auto elettriche

20mila punti di ricarica con una card grazie a Enel X, Be Charge ed Eni


Avatar di Emanuele Colombo , il 22/12/21

1 mese fa - Ricarica auto elettriche: le reti Enel X, Be Charge ed Eni si uniscono

Siglata l'interoperabilità tra le reti di Enel X, Be Charge ed Eni: unificato l'utilizzo di 20.000 punti di ricarica

Nelle nostre prove lo abbiamo spesso sottolineato: ricaricare un'auto elettrica non è come fare il pieno di benzina. Non solo per i tempi, ma anche per i pagamenti. Con i carburanti tradizionali ogni pompa è buona per rifornirsi, ma con i BEV l'uso di colonnine di gestori diversi richiede quasi sempre tessere o app dedicate. A meno di particolari accordi presi direttamente dalle case automobilistiche per semplificare la vita agli utenti (vedi la BMW Charging Card offerta con la BMW iX). Un passo importante è l'alleanza siglata tra Enel X, Be Charge ed Eni, che consente agli automobilisti elettrici di fare il pieno di energia in 20.000 ''punti di ricarica'' in tutta Italia, condividendo le infrastrutture delle tre società

Porsche 2021, le colonnine con Enel X e Q8 Porsche 2021, le colonnine con Enel X e Q8

INTEROPERABILITÀ È LA PAROLA MAGICA “L'interoperabilità delle infrastrutture di ricarica è un elemento fondamentale nella strategia di diffusione della mobilità elettrica in Italia, ed è per questo che siamo molto lieti di aver raggiunto un accordo con Be Charge ed Eni, operatori che, come noi, credono fortemente nell'elettrificazione dei trasporti”, dice Federico Caleno, Head ofe-Mobility Italy. “Negli ultimi anni abbiamo costruito una rete di ricarica completa che copre l'intera penisola italiana, consentendo alle persone di guidare le auto elettriche in totale tranquillità. Oggi, attraverso questa partnership, dimostriamo ulteriormente quanto sia importante lavorare in sinergia con i partner per rendere il passaggio all'energia elettrica ancora più semplice e conveniente”.

VEDI ANCHE



Enel X Store a Roma: punti di ricarica fino a 350 kW Enel X Store a Roma: punti di ricarica fino a 350 kW

I PIANI AL 2030 “Gli accordi si inseriscono perfettamente nella strategia di Be Charge di offrire ai viaggiatori un'esperienza di rifornimento di energia sempre più facile e servizi ancora più innovativi. Grazie a partnership strategiche, come quelle con Enel X ed Eni, vogliamo confermare ancora una volta il nostro impegno per la mobilità sostenibile, elemento chiave della transizione energetica a cui vogliamo contribuire attraverso un'adeguata diffusione dei sistemi di ricarica e delle infrastrutture per gestirli. Abbiamo un piano di rapida crescita in Europa, con l'obiettivo di raggiungere più di 31.000 punti di ricarica entro il 2030'', dice Simone Zuccotti, Presidente di Be Charge e Head of Innovation and Business Development di Eni gas e luce.

Shop & Charge, la colonnina di Be Charge Shop & Charge, la colonnina di Be Charge

ANCHE DAL BENZINAIO “Questa sinergia fa parte della più ampia strategia di Eni per la mobilità del futuro, che include l'evoluzione delle attuali stazioni di servizio, punti di mobilità in cui prevediamo, tra l'altro, di offrire la ricarica rapida e ultraveloce per la mobilità elettrica. Il piano prevede l'installazione di oltre 1.000 stazioni di ricarica sulla rete delle nostre stazioni in Italia e all'estero entro il 2025”, dice Giovanni Maffei, Head of Green and Traditional Refining & Marketing di Eni. “Inoltre, l'interoperabilità per la ricarica dei veicoli elettrici è inclusa nella nostra app Eni Live, che consente agli automobilisti di accedere a diversi servizi con pagamenti sempre più automatizzati, efficienti e sicuri”.

Eni Station: presto le colonnine di ricarica elettriche anche dal benzinaio Eni Station: presto le colonnine di ricarica elettriche anche dal benzinaio

IL SIGNIFICATO DEI NUMERI Enel X è il più grande operatore del Paese nel settore della ricarica pubblica, con oltre 13.000 punti; Be Charge è il secondo player in Italia. Insieme sono presenti in tutte le regioni e nelle principali città, con un programma di espansione focalizzata sull'installazione di stazioni ad alta potenza per rifornimenti ultra veloci. Ma 20.000 ''punti di ricarica'' sono pochi o sono tanti? Occhio ad azzardare confronti. Se è vero che sono circa 21.000 le stazioni di rifornimento per i carburanti tradizionali, i numeri si riferiscono a cose diverse: mele contro pere. Le stazioni di rifornimento possono infatti avere molte pompe di benzina e gasolio, mentre i punti di ricarica sono le singole prese di corrente a cui attaccare le auto: ogni colonnina può averne più d'una. Non di meno, arrivare a 20.000 è già un gran bel risultato e la tendenza, come si è visto, è a crescere.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 22/12/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox