Pubblicato il 13/05/21

PIETRA MILIARE ''Rifornire'' l'auto di energia nel tempo di una sosta in autogrill. Soprattutto, rifornire senza la necessità di imboccare la rampa di uscita, pagare il pedaggio, sbrigare la prassi e poi di nuovo transitare dalla sbarra. Mercoledì 12 maggio è data storica, si sblocca finalmente una funzione, la ricarica ''ultrafast'' direttamente in autostrada, necessaria per promuovere l'elettrico pure su lunghe percorrenze. La prima stazione di ricarica super veloce (portata fino a 300 kW) è ora operativa nell'area di servizio Secchia Ovest, sull'A1 Autostrada del Sole direzione Bologna, nella zona di Modena. Entro fine maggio sarà attivata anche la seconda stazione, situata a nord di Roma, nell'area di servizio di Flaminia Est. A poco a poco, il piano di mobilità elettrica e sostenibile di Autostrade per l'Italia prende forma.

L'Area di Servizio Secchia Ovest, Autostrada A1

IN PAUSA CAFFÈ Trattasi dei primi due hotspot di ricarica gestiti dalla nuova società Free To X che, come da piano industriale di Autostrade, sta realizzando una delle più estese reti europee di ricarica ad alta potenza per veicoli elettrici: 100 stazioni in altrettante aree di servizio della rete nazionale, distanza media tra una stazione e l'altra (ciascuna equipaggiata di 4-6 colonnine multi-client) di circa 50 km, tempi di rigenerazione batterie compatibili con una pausa misurabile in minuti e non più in ore. Free to X promette tempi tra i 10 e i 15 min., anche a seconda del voltaggio delle batterie dell'auto stessa. Il servizio di ricarica è ovviamente attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e può essere sbloccato sia attraverso le app dei propri Mobility Service Provider sia, a breve, anche tramite carta di credito. Colonnine Free to X come piattaforma ''open source'', insomma. 

Ricarica rapida in autostrada, il progetto prende forma

CAMBIO DI PASSO? Esperienza di viaggio, infine, sempre più simile a quella affrontata a bordo di un veicolo con motore tradizionale. ''Stiamo lavorando con il massimo impegno per realizzare in tempi rapidi la più estesa infrastruttura del Paese per la ricarica ultra veloce dei mezzi elettrici'' dichiara Roberto Tomasi, ad di Aspi, a margine della cerimonia di inaugurazione della prima colonnina a Secchia Ovest. ''L'Italia sconta un ritardo sul fronte della mobilità sostenibile, è per questo che Autostrade investirà oltre 45 milioni di euro per migliorare questo aspetto''. Che sia la volta buona?


TAGS: colonnine di ricarica ricarica auto elettriche autostrade per l'italia free to x