Pubblicato il 23/05/20

M3 E46, UN PEZZO DI STORIA DI BMW MOTORSPORT

ICONA CON LA ''M'' MAIUSCOLA Uno dei capitoli più appassionanti della storia di BMW è legato a una lettera: la M. M di Motorsport. E ta le prime tre versioni di M3, la E30, la E36 e, appunto, la E46, quest’ultima è quella che esprime il migliore equilibrio. La prima era troppo vistosa, la seconda, forse, troppo poco. La quadratura del cerchio arriva nel 2000 e rimane in listino fino al 2006. Perfetta venti anni fa, come oggi. Ci sono almeno cinque buone ragioni per puntare l’attenzione su di lei, anche di più. Le vediamo insieme? Se vi ho convinto, mettetevi in caccia seguendo i consigli della nostra guida all’acquisto.

BMW M3 E46: la vista da dietro evidenzia lo stile sobrio ma riconoscibile

BMW MOTORSPORT - STILE SENZA TEMPO La M3 serie E46 ha uno stile unico, non è sfacciata, lo capisci al primo sguardo che è di un’altra pasta. Parafanghi appena allargati, la bocca aperta sul muso, e le piccole griglie sui fianchi, pensate per dare sfogo ai bollenti spiriti del motore, ma una volta infilato il sei cilindri nel vano, in BMW si sono accorti che non servivano. Il lato B, poi, è quello che più tradisce le origini del reparto Motorsport. I quattro scarichi che spuntano dal paraurti e quel piccolo spoiler sul cofano bagagli, che sembra lì quasi posticcio, ma non lo è: basta uno sguardo e capisci con chi hai a che fare…

SEI CILINDRI ASPIRATO - QUELL’URLO DEGLI OTTOMILA GIRI La parte più nobile della M3 è il suo cuore pulsante. Quel sei-in-linea aspirato di 3.246 cc tirato a lucido dagli specialisti Motorsport per una bella iniezione di potenza. Roba d’altri tempi! Eroga 343 CV per una coppia di 365 Nm a 5.000 giri. Uno sull’altro fanno 107 cavalli/litro. In quel momento uno dei motori aspirati con la potenza specifica più elevata al mondo. Piccola parentesi: in seguito, arriveranno i 360 CV della M3 CSL, quella più cattiva e leggera di tutte. Una vera tempesta di prestazioni ed emozioni per l’epoca. Ne hanno fatte pochissime e chi ce l’ha se la tiene stretta. Di lei parliamo dopo. La velocità massima della M3 è autolimitata a 250 km/h e a 100 orari, partendo da fermi, si arriva in 5,2 secondi. Niente diavolerie elettroniche o la coppia di un moderno turbo che, oggi, conta il doppio dei Nm. Ma volete mettere l’urlo metallico che cambia nel salire fino a 8.000 giri? Pura poesia ad elevato numero di ottani e batticuore a mille. Salvo, poi, accompagnare mamma e papà alla recita dei figli senza un borbottio, se non quello rauco che esce dai 4 tubi là dietro. Nella guida normale, poi, i consumi non sono da idrovolante: circa 10 km/litro a 130 km/h e circa 7 in città.

BMW M3 E46: il motore sei cilindri in linea aspirato di 3.246 cc

AUTO ANALOGICA: POCHI FILTRI ELETTRONICI La BMW M3 E46 è una macchina molto equilibrata. Ripartizione dei pesi perfetta, 50 davanti e 50 dietro, questo era il segreto. Vent’anni fa l’elettronica non dominava. Il cambio era manuale, tuttalpiù c’era il robotizzato SMG II opzionale. Poi, antisbandata e antipattinamento. Stop. Launch control, drive mode? Roba da pivelli (occhio, oggi molto utili per aumentare la sicurezza), perché la connessione uomo/macchina era senza filtri. Il servosterzo idraulico, non elettrico… La trazione? Posteriore, con differenziale autobloccante M. Pura libidine per i puristi di oggi! Il DSC (Dynamic Stability Control) sulla M3 E46 non è invasivo: se lo lascio attivo vigila sulla sicurezza, quando lo escludo è come se prendessi per mano la macchina. La M3 era, ed è, un’auto che comunica, pur nella sua esuberanza. Oggi ci sono 200 CV in più, ma ingabbiati da chip, algoritmi e software… siamo sicuri che sia meglio?

BMW M3 E46: perfetto equilibrio fra sport e comfort   

QUALITA’ BMW - ROBUSTA E AFFIDABILE Una BMW è una BMW, punto e basta. Salvo in circostanze di scarsa cura della macchina, ancora oggi la sportiva tedesca è una roccia. Lamierati e verniciature resistono al tempo, i rivestimenti dei sedili non mostrano troppo il segno degli anni passati. Il cruscotto ha due belle lancette (spettacolo le spie sul contagiri che si spengono man mano che l’olio motore si scalda, per dare libero sfogo all’acceleratore). Ci sono tasti e pulsanti fisici che non si screpolano, il display del navigatore DVD (ma prima era con il CD) è da 7” ed era disponibile, come optional gratuito, lo slot per le musicassette al posto del Compact Disc. Esiste uno storico sulle difettosità rilevate durante gli anni di produzione, (affidatevi ai numerosi forum attivi sul web per saperne di più, basta digitare sui motori di ricerca “forum BMW M3”), ma tutto rientra nella normalità della vita di un modello.

I RICAMBI BMW (E NON) SI TROVANO SENZA PROBLEMI Proprio perché la M3 E46 è stata un’auto di successo, non è difficile trovare esemplari sul mercato dell’usato e il metodo migliore è cercare su internet. Il valore aggiunto è che non ci sono problemi anche per la sua manutenzione. I concessionari ufficiali hanno ancora a listino i ricambi, certamente per i modelli più recenti, meglio verificare per i primi esemplari di 20 anni fa. Se proprio non trovate l’originale potete rivolgervi ai tantissimi produttori di ricambi after market. L’enorme ecosistema di ricambisti è la chiave di volta per mantenere in perfetta forma l’M3 E46.

BMW M3 E46: la plancia della sportiva tedesca  

SUPERCAR AL PREZZO DI UN SUV COMPATTO Last but not least, il prezzo. Ok, ho messo nero su bianco che la M3 E46 è una macchina che può fare al caso nostro perché l’equazione tanti CV/poca spesa funziona sempre. Oggi – siamo nel 2020 – parliamo solo di prezzo dell’auto, poiché per la gestione bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Un esempio? Vi ricordo che si parla di 343 CV (252 kW) di una Euro 2, 3 oppure Euro 4: attenti al bollo, per esempio, che costa circa 900 euro. Chiariamolo subito: non servono tanti soldi per mettersi in garage una M3, ma è ovvio che dovrete scendere a qualche compromesso, come l’età dell’auto e i chilometri percorsi. Costava, nel 2001, 115 milioni di lire (59mila euro circa), ma ora si spendono tra 20 e 25 mila euro per un esemplare non troppo chilometrato e originale nei dettagli, fino a 30.000 euro per quelli meno sfruttati. Il prezzo è influenzato dalle condizioni di manutenzione dell’auto, ovvero dal bisogno o meno di tagliandi e riparazioni costose, che cadono tra i 100 e i 150 mila chilometri. Pastiglie freni e gomme sono a parte.

BMW M3 E46: le branchie sui fianchi hanno funzione estetica

BMW M3 – LA CABRIO, LA CSL E LA CS  I cinque (più uno) motivi perché, secondo me, una BMW M3 E46 è un ottimo affare vi hanno convinto? Bene, allora seguitemi, che vi do qualche altra informazione, per esempio sui modelli ''fuoriserie'' e cosa mettere sotto la lente d'ingrandimento per non sbagliare il colpo. Degli 85.766 esemplari prodotti, 54.750 sono coupé, ma esistono circa 29.633 M3 E46 cabriolet, con un telaio più pesante e meno rigido. Se non potete fare a meno del vento fra i capelli, controllate che la capote e il meccanismo di apertura siano a posto. Siete inguaribili smanettoni? Volete una M3 E46 tanto rara quanto sanguigna da guidare? Allora torniamo sulla CSL. Ne esistono solo 1.383 esemplari e quelle tre letterine significano Coupé Sport Lightweight. Era “Lightweight”, un peso leggero, qui infatti c’erano 110 chili in meno della M3 standard grazie all’eliminazione di climatizzatore e impianto audio. Ma era costruita anche con materiali più leggeri, come la fibra di carbonio per il guscio dei sedili, l’airbox, il coperchio del bagagliaio e il tetto. Sappiate che in questo caso la quotazione sale e di parecchio. Le pochissime sul mercato dell’usato arrivano fino a 80/90.000 euro, ma le contate sulle dita di una mano. Così come per le BMW M3 CS, con cerchi da 19 pollici, sterzo più diretto, dischi freno forati compound, M Track Mode per il DSC e finiture alluminio all’interno: erano solo 600 esemplari… e per adesso non se ne trovano in giro.

BMW M3 E46: la versione CSL più potente e leggera. Molto rara sul mercato dell'usato

BMW M3 E46 BUYER’S GUIDE - DIFETTI? POCHI E CONOSCIUTI La BMW M3 E46 è un’auto solida, ma qualche difettuccio non le manca ed è meglio accertarci che l’esemplare che stiamo acquistando non porti (costose) sorprese. I modelli costruiti prima del secondo semestre 2003 possono evidenziare il cedimento dei supporti dell’albero motore, ma dovrebbe essere tutto risolto con un richiamo ufficiale di quegli anni, così come per un difetto alla guarnizione del variatore di fase, il Vanos. Alcuni esemplari possono mostrare zone, nella parte inferiore della scocca, con micro-fessure o crepe, googlate “M3 E46 boot floor cracking” per trovare una vera enciclopedia sul tema. Potreste rilevare qualche problema relativo alle sospensioni, si possono rompere le molle degli ammortizzatori posteriori, ma capita in genere su esemplari più vecchi e con un chilometraggio elevato. La ruggine ha vita difficile su una BMW M3 E46, ma date un’occhiata all’interno dei parafanghi e intorno alla cornice del lunotto, non si sa mai. Guardate con attenzione lo stato d’uso dell’impianto frenante: la sostituzione è costosa, così come il treno di gomme. Lo specchio retrovisore auto oscurante può essere ko (vedete il liquido interno galleggiare) e anche questo è un ricambio costoso. Se state provando un esemplare con cambio SMG II, verificate che tutte le modalità di cambiata funzionino: con i setup sportivi i passaggi marcia devono darvi un calcio nella schiena).

BMW M3 E46 CSL: i sedili con scocca in fibra di carbonio e la plancia

I TAGLIANDI VI RACCONTANO LA SUA STORIA Ricordatevi che è buona norma avere in mano il libretto dei tagliandi che vi consentirà di ricostruire la vita dell’auto. Leggete la nostra guida all’acquisto di un’auto usata. Tiriamo le somme, questi sono i buoni (ottimi...) motivi per pensare a una BMW M3 E46 usata. Un esemplare di quegli anni non è una banale citycar o una comunissima berlina con compiti da mulo cittadino. Vi può dare molto di più, per questo sarà meglio guardarla da vicino, capirla, entrare in contatto con lei per conoscersi a vicenda. Ma, sono sicuro che una volta stipulato il contratto, sarà un rapporto sincero, duraturo e… divertente.


TAGS: bmw m3 bmw bmw m3 e46 bmw m3 e46 usata m3 e46 usata