Pubblicato il 03/01/2020 ore 16:00

FA UN FREDDO BEFANA Non bastasse la malinconia per il rientro dalle ferie, ecco la mazzata del Generale Inverno. Epifania 2020 gelata, e con buone probabilità, anche Epifania congestionata. Anziché dolcetti e carbone, la Befana verserà nei calzini degli italiani cubetti di ghiaccio. Imponenti masse d'aria gelida raggiungeranno tutta Italia e provocheranno un calo termico di diversi gradi, specie sulle regioni del Centro-Sud. Clima rigido pure al Nord, soprattutto la notte. Con tutto ciò che ne consegue anche per la circolazione stradale. Il punto.

IL METEO Tra le giornate di domenica 5 e lunedì 6 gennaio, il passaggio di un vortice ciclonico in discesa dal Polo Nord influenzerà il tempo sull'Europa orientale e lambirà anche parte delle nostre regioni centro-meridionali. Tra gli effetti principali, venti piuttosto forti in particolare sui settori adriatici e ionici, con raffiche che potranno raggiungere gli 80 km/h. Non sono previste precipitazioni significative, tuttavia i venti amplificheranno la sensazione di freddo. E a proposito: le temperature stesse sono previste in brusco calo, con valori sotto le medie climatiche, specie al Sud. Il cielo si manterrà comunque sereno o poco nuvoloso. Da segnalare, semmai, il pericolo nebbia, in particolare sulle pianure di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

PARTENZE INTELLIGENTI Veniamo al traffico. Specie in uscita dalle località alpine di villeggiatura di Trentino Alto Adige, Lombardia e Piemonte, così come in prossimità delle grandi città come Milano, RomaNapoli, domenica 5 e sabato 6 l'eventualità di imbottigliamenti è tutt'altro che lontana. Sorvegliate speciali, l'autostrada A22 del Brennero, la A4 Milano-Venezia, la A1 Milano-Napoli. Informarsi dunque dettagliamente, prima di abbandonare case vacanze ed hotel: diversamente, il rischio è quello di festeggiare la Befana chiusi dentro l'abitacolo.


TAGS: autostrade previsioni traffico neve e ghiaccio epifania 2020