Audi compra McLaren notizia smentita
Acquisizioni

Audi compra McLaren, anzi no... Tutta la verità


Avatar di Alessandro Perelli , il 15/11/21

2 settimane fa - I media inglesi davano per fatto l'accordo Audi-McLaren poi smentito

La notizia bomba arrivata dai media inglesi è stata sconfessata immediatamente da McLaren. I retroscena e come è andata a finire, per ora...

SMENTITA CATEGORICA La notizia era deflagrata nella tarda mattinata di oggi 15 novembre e, ovviamente, aveva fatto il giro del web. Audi compra McLaren, i titoli sparati “a tutta pagina” sui siti specializzati. Ma dopo poche ore il gruppo McLaren ha smentito categoricamente l'acquisizione da parte della Casa tedesca segnalata dai media britannici. Più in dettaglio, McLaren ha descritto la notizia diffusa dal sito Autocar totalmente imprecisa affermando che “la strategia del costruttore ha sempre coinvolto discussioni e collaborazioni in corso con partner e fornitori pertinenti, inclusi altri produttori di automobili, tuttavia, non c'è stato alcun cambiamento nella struttura proprietaria del Gruppo McLaren”. Ma riavvolgiamo un attimo il nastro e cerchiamo di fare chiarezza.

McLaren smentisce l'acquisizione da parte di Audi: l'hypercar Senna McLaren smentisce l'acquisizione da parte di Audi: l'hypercar Senna

SAREBBE ENTRATO ANCHE IL TEAM DI F1 Non è un segreto che McLaren Automotive stia attraversando un periodo di “transizione” causato soprattutto dai ridotti flussi di denaro verso le sue casse, per questo motivo poteva sembrare veritiera la notizia diffusa dai media inglesi, vediamo perché. Recentemente, era emerso che BMW e la Casa di Ingolstadt erano interessate all'acquisto di McLaren, tuttavia BMW aveva smentito la notizia, mentre Audi aveva semplicemente affermato che considera ogni opportunità di cooperazione. Ma ecco scatenarsi la ridda di voci secondo cui la casa tedesca avrebbe acquisito il controllo completo dell'intero gruppo McLaren, incluso il team di F1. Questa notizia ha preso tutti un po’ in contropiede, poiché si sapeva che Porsche stava aspettando l’introduzione dei nuovi regolamenti che renderanno più semplice avere accesso al Mondiale F1 senza spendere enormi quantità di denaro per lo sviluppo di sistemi di propulsione che non trovano un'applicazione sui veicoli di grande produzione.

VEDI ANCHE



McLaren smentisce l'acquisizione da parte di Audi: la monoposto che corre nel mondiale F1 McLaren smentisce l'acquisizione da parte di Audi: la monoposto che corre nel mondiale F1

COSA DICE LA STAMPA ESTERA Secondo Autocar, l’acquisto era stato confermato dal solito “bene informato” con la presentazione di un'offerta al presidente esecutivo della McLaren, Paul Walsh. Tuttavia, la prima offerta è tornata al mittente e Audi avrebbe alzato la posta per raggiungere l’accordo. Insomma, una soluzione che poteva garantire il futuro di McLaren, anche se poteva far pensare che questo fosse il motivo per cui l'ex CEO di McLaren abbia lasciato l’azienda il mese scorso.

McLaren smentisce l'acquisizione da parte di Audi: la supercar Artura McLaren smentisce l'acquisizione da parte di Audi: la supercar Artura

ACQUISIZIONE STRATEGICA? A questo punto i se e i ma si sprecano, soprattutto in funzione della smentita di McLaren, ma pensiamo a un ipotetico futuro se tutto ciò fosse stato confermato. Audi avrebbe due marchi di supercar, con una grande possibilità di condivisione tra loro. La McLaren potrebbe affiancare Lamborghini per prendere le distanze dal famoso, ma superato, motore V12 a benzina, mentre Lamborghini stessa potrebbe aiutare McLaren a progettare e costruire il suo primo SUV basato, per esempio, sulla Urus. Detto questo, sappiamo tutti che gli sport utility sono visti come il fumo negli occhi dai costruttori di supercar, ma è anche vero che qualsiasi casa automobilistica ha bisogno di un SUV per sopravvivere, come Ferrari che ha deciso di costruire la Purosangue.

McLaren smentisce acquisizione da parte di Audi: Motorbox prova la LT 600 Spider McLaren smentisce acquisizione da parte di Audi: Motorbox prova la LT 600 Spider

UN ACCORDO CHE SODDISFEREBBE TUTTI In questo accordo, non è ancora chiaro come entrerà in gioco l’accoppiata Bugatti-Rimac. Bugatti è sempre stata una specie di azienda a sé stante, la punta di diamante per sportività ed esclusività assolute dell'intero Gruppo Volkswagen e con McLaren in ingresso nell’orbita tedesca le prospettive si moltiplicherebbero. In conclusione, sembrava scontato che questo accordo avrebbe potuto garantire soddisfazione a tutti gli attori. Da una parte Audi e Porsche, che sono state piuttosto esplicite sulla possibilità di entrare in F1 e questa intesa potrebbe aver salvato loro milioni di euro in ricerca e sviluppo. Ma teniamo presente che l’acquisizione comprendeva anche numerose strutture, incluso un impianto di assemblaggio delle monoposto di F1, un team di ingegneri qualificati e decenni di know-how. Dall’altra parte c’è McLaren, che in questo modo si sarebbe assicurata la sopravvivenza in un periodo storico di grande incertezza economica. Per questi motivi l’accordo sembrava avere delle basi solide e trovare riscontro da un comunicato ufficiale, che per adesso tale comunicato non arriverà. Le partnership a questi livelli sono affari complicati da portare a termine e può bastare poco per trovare la quadratura del cerchio oppure mandare tutto alle ortiche. Vi aggiorneremo non appena avremo notizie certe, restate connessi!


Pubblicato da Alessandro Perelli, 15/11/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox