Autore:
Lorenzo Centenari

AREA PRIVATA, PUBBLICI DOVERI Non uso più l'auto, non la assicuro più. Sbagliato: il proprietario di un veicolo è tenuto all'obbligo di stipulare una polizza di assicurazione RC Auto anche qualora decidesse in via definitiva di non utilizzarlo per il resto dei suoi giorni. Anche qualora, inoltre, la vettura stessa venisse parcheggiata entro il recinto di casa, e non solo quando fosse abbandonata su suolo pubblico: in un parcheggio gratuito, oppure a lato della strada. 

FINCHÈ MORTE NON CI SEPARI A stabilirlo è la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, organo che attraverso la sentenza C-80/17 sostiene come la Responsabilità Civile sia obbligatoria anche se l'automobile viene tenuta ferma in territorio privato, purché idonea a circolare e regolarmente iscritta al registro nazionale delle immatricolazioni. Capito? Non solo revisione e tassa di circolazione: anche se il veicolo marcisce in cortile, anche l'assicurazione va comunque pagata.

PRECEDENTE PORTOGHESE La sentenza della Corte UE (come cita Il Sole 24 Ore) giudica in particolare un episodio avvenuto in Portogallo: assunta la decisione di non utilizzare più la propria auto, una donna aveva parcheggiato il mezzo su un terreno di sua proprietà, e non l’aveva più assicurato. A sua insaputa, un giorno il figlio ha preso le chiavi, è uscito in strada e ha provocato un incidente mortale: tre vittime, tra le quali il figlio stesso della donna.

RISARCIMENTO BOOMERANG Poiché il veicolo non era coperto da contratto di Responsabilità Civile, i parenti delle vittime sono stati risarciti dal fondo di garanzia del Portogallo. Ritenendo tuttavia come il veicolo, poiché non ufficialmente ritirato dalla circolazione, dovesse essere regolarmente assicurato, il fondo stesso ha in seguito chiesto (e ottenuto dalla legge la facoltà di farlo) il rimborso degli importi risarciti alla proprietaria dell’auto.

OK LA SOSPENSIONE Se quindi in famiglia si decide, qualunque sia la ragione, di abbandonare l'auto senza rivenderla o procedere alla radiazione dai pubblici registri, si sappia che si corre il rischio di cadere in infrazione. Differente è il caso di un automobilista che stipuli una polizza, e in ottemperanza al regolamento della compagnia, la sospenda per un periodo di tempo limitato. La sospensione resta legale, purché ovviamente il mezzo non circoli, né sosti in aree pubbliche.


TAGS: codice della strada RC auto assicurazione auto sentenze sospendere assicurazione