Autore:
La Redazione
ERA ORA Passo in avanti considerevole per l'Arabia Saudita. Da questo giugno 2018, finalmente, anche le donne sono libere di prendere la patente di guida. Il nuovo permesso si estende anche all'uso della motocicletta e alla possibilità di condurre non soltanto le auto private ma anche i taxi e gli autobus pubblici Già alla fine della scorsa estate, precisamente il 26 settembre, il Re Salman aveva emanato un decreto a riguardo dopo che il figlio, il Principe ereditario Mohammed bin Salman, si era speso in prima persona per dare una ventata d'aria fresca alla monarchia araba. 
 
PRIMA IL COMITATO La notizia che entra in vigore oggi era già stata annunciata lo scorso settembre dalla tv di stato insieme all'istituzione di un comitato ad hoc deputato a predisporre l'ampio iter burocratico al fine di rilasciare le licenze nel prossimo mese di giugno. E meno male, aggiungerei, visto che già a maggio 2018 le domande d'iscizione alla scuola guida inoltrate dalle donne superavano quota 30mila. Se, da un lato, il fatto avviene con colpevole ritardo rispetto al mondo occidentale - abituato da almeno 50 anni alla formale parità dei sessi - dall'altro bisogna comprendere come una monarchia conservatrice in cui la religione è fortemente radicalizzata si stia lentamente adattando all'inevitabile scorrere del tempo. 

TAGS: arabia saudita patente donne patente donne arabia saudita